in

GIRL POWER | I migliori personaggi femminili della TV: Olivia Pope

Il nuovo episodio della nostra rubrica? L’antieroina black di Scandal firmata da Shonda Rhimes

oliva pope
Kerry Washington è Olivia Pope in Scandal.

MILANO – Tranquilli, nessun problema, ci pensa Olivia Pope! O almeno questo è quello che vorremmo che accadesse se l’alter ego di Kerry Washington esistesse davvero e, da eccezionale fixer quale è, potesse “aggiustare” la situazione dalle parti di Washington DC, tra le proteste del Black Live Matters e l’amministrazione di Joe Biden che ancora tentenna tra Kabul e politica interna. Se la realtà, dunque, ha superato la fantasia, i complotti e i colpi di scena di Scandal, resta il fatto che Olivia rimane senza dubbio una delle eroine black più iconiche della televisione prodotta di recente. Inevitabile finisse nella nostra Top10 di Girl Power.

Olivia Pope
Kerry Washington è l’eccezionale Olivia Pope

MA DI CHI STIAMO PARLANDO? Nata dall’estro creativo dell’instancabile Shonda Rhimes, già creatrice di Grey’s Anatomy, Olivia Pope è un’agguerrita fixer, ovvero, un’abilissima professionista capace di “aggiustare” ogni scandalo e riabilitare chi finisce in acque torbide. La sua specialità? Il mondo della politica. Il suo superpotere? Una spiccata capacità intuitiva. Vestita con outfit degni de Il Diavolo veste Prada, non c’è situazione che Pope non sappia affrontare indossando un paio di Louboutin. Ad accompagnarla ci sono i suoi «Gladiatori in doppiopetto»: un team di fidati collaboratori, pronti ad eseguire ogni ordine di Olivia senza battere ciglio, perché lei sa sempre cosa fare.

Olivia Pope
Uno degli outfit impeccabili di Olivia Pope

PERCHÉ È NELLA TOP 10? Volitiva ed energica, Olivia è un modello nella tv recente. Dopo anni di angry black women e ruoli da comprimaria, finalmente nel 2012 un’afroamericana è diventata la protagonista indiscussa di uno show di punta, tutto suo, Scandal appunto. Erano decenni che non accadeva e, soprattutto, nessuno – a parte Rhimes – avrebbe potuto imporre nell’immaginario un personaggio come quello della Pope: complessa, carica di sfumature, coinvolta nelle alte sfere del potere e disposta, all’occorrenza, a sporcarsi le mani per raggiungere il proprio obbiettivo. Insomma, la norma per uno come Frank Underwood, ma niente di familiare per un personaggio femminile. Così Olivia è diventata un’eroina o dovremmo dire antieroina, ma evitiamo spoiler.

Olivia Pope
Il cast di Scandal

OK, MA CHE FINE HA FATTO? Dopo 124 episodi (li trovate in streamng su CHILI) e un incalcolabile numero di plot twist, Olivia Pope è uscita di scena così come c’era entrata, in grande stile. Nonostante qualche fan non sia stato troppo contento, il sipario su Scandal è calato al momento giusto: è meglio non esagerare con i complotti politici e gli intrighi amorosi. Tanto poi ci pensa la realtà a lasciare tutti con la bocca aperta. Basta leggere le cronache o andare a recuperare un po’ di informazioni su Judy Smith: avvocato, specializzata in crisis management, ex addetta stampa di George Bush Senior, oltre che rappresentante di Monica Lewinsky durante il Sexgate. Indovinato: è lei che ha ispirato il personaggio della Pope!

Oliva Pope
Judy Smith è stata la fonte d’ispirazione per il personaggio di Olivia interpretato da Kerry

MA DOVE POSSO RIVEDERLA? Se sentite la mancanza di Olivia o siete finalmente pronti a conoscerla, vi consigliamo una maratona delle sette stagioni, dandovi solo un piccolo indizio: forse era dai tempi di JFK che lo Studio Ovale non era al centro di una storia d’amore tormentata come quella fra Fitz e Olivia. Tralasciando i pettegolezzi, noi vi consigliamo di recuperare Scandal anche solo per poter dire, io c’ero. Io c’ero quando Olivia Pope catalizzava l’attenzione del pubblico, io c’ero quando l’alter ego di Kerry Washington è diventata un’icona di empowerment femminile, io c’ero quando la tv generalista ha provato ad essere rivoluzionaria grazie a un’antieroina black capace di abbattere ogni barriera.

  • GIRL POWER | I migliori personaggi femminili della TV: Miranda Hobbes
  • GIRL POWER | I migliori personaggi femminili della TV: Cristina Yang

Lascia un Commento

Bergman, Godard, Fellini o Welles? Guida alle citazioni di Woody Allen in Rifkin’s Festival

Tra i pali di Wembley e la guerra | The Keeper e la storia vera di Bert Trautmann