in

Da L’Odio a Gauguin e Audiard | L’evoluzione di Vincent Cassel in 10 film

La carriera dell’attore in dieci foto simbolo, da Mathieu Kassovitz a Jacques Audiard

Vincent Cassel in Partisan diretto da Ariel Kleiman

Vincent Cassel e il suo spudorato fascino francese. Parigino fino al midollo e di sangue corso, l’attore, con una filmografia che lo vede protagonista di oltre cinquanta film, è uno tra i più amati dal pubblico, fin da quel ruolo in bianco e nero nel cult L’Odio di Mathieu Kassovitz, nel 1997. Poi, una serie di interpretazioni scandalo: prima l’iper violento Doberman di Jan Kounen, poi il controverso Irréversible, di Gaspar Noé, dove condivideva il set con l’ex moglie Monica Bellucci, e ancora il torbido Il Patto dei Lupi. Ma, che siano produzioni europee o hollywoodiane (Ocean’s Twelve e La Promessa dell’Assassino, per citarne due), Vincent Cassel ha sempre messo al centro dello schermo il suo talento, facendosi amare dai più grandi registi: Danny Boyle, Steven Soderbergh, Jacques Audiard, Darren Aronofksy. Ecco, allora, la sua carriera riassunta in 10 immagini, film per film.

Lascia un Commento

Modern Love | L’amore, le sue tante forme e la magia di New York City

Gli anni amari

Lotta per i diritti e voglia di libertà | Gli anni amari di Mario Mieli secondo Andrea Adriatico