in

HOT CORN Awards | La Top 10 dei migliori film del 2019 scelti da Hot Corn

Scorsese, Joaquin Phoenix, Scarlett Johansson e Lulu Wang: i nostri titoli dell’anno

Hot Corn Awards: i Migliori Film del 2019
Hot Corn Awards: i Migliori Film del 2019

MILANO – ‘And the Hot Corn Awards goes to…”. Ci siamo, anche quest’anno, arriva puntuale il momento dedicato ai bilanci e alle classifiche relative alla stagione cinematografica che si sta per concludere. Così, ripensando a tutti i film usciti in Italia (che siano sul grande schermo o in streaming…), la redazione di Hot Corn ha stilato una classifica con i migliori film del 2019, facendo una media finale tra le personali classifiche di ogni giornalista. Dieci titoli che vanno da il Joker a Parasite fino a The Irishman. Allora, rigorosamente in ordine casuale, ecco i nostri Hot Corn Awards!

Hot Corn Awards: i migliori film del 2019
Hot Corn Awards: i migliori film del 2019

PARASITE – Il coreano Bong Joon Ho, due famiglie protagoniste e la dimostrazione che il cinema non è in crisi, anzi. Infatti, tra i migliori film del 2019 – e probabilmente degli ultimi 10 anni -, all’unanimità abbiamo scelto Parasite, lanciato verso un probabile trionfo nella stagione dei premi. Una pellicola totale, capace di alternare diversi generi pur restando fedele alla sua metafora chiave: la condizione umana – Qui la nostra recensione: Parasite.

Una delle inquadrature già cult di Parasite

JOKER – E non poteva mancare la rivelazione del 2019, quell’oscuro film che ha mandato in visibilio la platea di Venezia, regalando a Todd Phillips e a Joaquin Phoenix uno storico Leone d’Oro. Dimenticatevi il solito cinecomic, perché qui si parla di follia, disperazione, malvagità. Frutti maturi del tempo in cui viviamo, capace di generare mostri invece che eroi – Qui la nostra recensione: Joker.

Una scena di Joker

THE IRISHMAN – Fin da quando lo abbiamo visto in anteprima assoluta al New York Film Festival, avevamo cabito che l’ultimo film di Martin Scorsese sarebbe stato uno dei titoli più influenti del 2019. Perché, oltre la mastodontica durata e il trio di protagonisti da libro di storia, The Irishman colpisce per una cosa: è il film più spassoso di Scorsese. Oltre ad essere l’epopea umana di uno dei criminali del ‘900 – Qui la nostra recensione: The Irishman.

The Irishman: Al Pacino e Robert De Niro
The Irishman: Al Pacino e Robert De Niro

STORIA DI UN MATRIMONIO – Altro titolo passato a Venezia, altra standing-ovation. L’amore spiegato da Noah Bamubach, che divide bruscamente la love story tra due enormi: Scarlett Johansson e Adam Driver. Ne enfatizza le differenze e le similitudini, in un viaggio continuo tra New York e Los Angeles. Perché in amore non ci sono sconfitti né vincitori – Qui la nostra recensione: Storia di un Matrimonio.

Storia di un matrimonio
Adam Driver e Scarlett Johansson in Storia di Un Matrimonio

C’ERA UNA VOLTA… A HOLLYWOOD – La verità è una sola: Tarantino non è affatto un regista cattivo. Dietro il sangue, la violenza, i torpiloqui, c’è un animo che da sempre tifa per i buoni. E allora, il suo Nono film, riscrive una pagina di storia, rivoltandola e colorandola come solo lui sa fare, anche grazie alle tre stelle protagoniste: Leo DiCaprio, Brad Pitt Margot Robbie. Del resto, sarà anche solo cinema, ma sognare non ha mai fatto male a nessuno – Qui la nostra recensione: C’era una volta… A Hollywood.

Brad Pitt, Leonardo DiCaprio e Al Pacino in una scena di C’era una volta… a Hollywood

MARTIN EDEN – Il 2019 in Italia? Ottimi risultati al botteghino, produzioni di qualità (Il Primo Re, per citarne uno), il successo di Bellocchio con Il Traditore. Così, abbiamo optato per quello più ambizioso di tutti: Martin Eden, ovvero la versione italiana di di un classico della letteratura del Novecento, portata sul grande schermo da Pietro Marcello e da uno spettacolare Luca Marinelli. E per farvi capire quanto sia stato apprezzato all’estero vi raccontiamo un aneddoto: eravamo a vederlo al New York Film Festival e, a film finito, un ragazzo accanto a noi ci dice “certo che voi italiani quando volete siete imbattibili al cinema…” – Qui la nostra recensione: Martin Eden.

denise sardisco
Denise Sardisco e Luca Marinelli in Martin Eden.

DOLOR Y GLORIA – Amore, vita, morte, perdita, speranza. L’opera più profonda e personale di Pedro Almodóvar è entrara fin da subito tra i nostri film del cuore. Una pellicola ricca di sfumature, inebriante e colorata, dove splende in uno degi migliori film del 2019 un Antonio Banderas finalmente tornato grande – Qui la nostra intervista a Pedro Almodóvar.

Antonio Banderas
Antonio Banderas e Pedro Pedro Almodóvar in Dolor y Gloria

NOI – US – Appena uscito in sala, ha lasciato tutti a bocca aperta. Infatti, Jordan Peele, dopo Get Out, è tornato con un film ancora più stratificato e ambizioso, centrando l’obiettivo: far riflettere e far (molta) paura. Impossibile non amarlo – Qui la nostra recensione: Noi – Us.

Lupita Nyong’o in Noi – Us

THE FAREWELL – Come si fa a raccontare un momento tanto delicato e drammatico come la morte di una persona cara? Esattamente come fare Lulu Wang, autrice di una delle rivelazione cinematografiche dell’anno. Un film che si sviluppa tra l’America e la Cina, tra pause e silenzi, dimostrando quanto l’affetto sia essenziale nelle nostre vite. Nel ruolo della protagonista, una strepitosa Awkwafina – Qui la nostra recensione: The Farewell.

Awkwafina
Zhao Shuzhen e Awkwafina nel film The Farewell – Una bugia buona

LA FAVORITA – Per quel solito cortocircuito della nostra distribuzione, eccoci a mettere nella top 10 un titolo dello scorso anno. Però, La Favorita di Yorgos Lanthimos, uscito in Italia con sensibile ritardo, non potevamo non metterlo nella nostra top 10 dei migliori film del 2019. Uno dei motivi per cui l’abbiamo amato? Le tre protagoniste: Olivia Colman, Emma Stone e Rachel Weisz – Qui la nostra recensione: La Favorita.

Emma Stone e Olivia Colman ne La Favorita

Lascia un Commento

I mitici protagonisti di Scrubs

Scrubs | Zach Braff, JD e la miglior serie medical degli ultimi vent’anni

Checco Zalone

Checco Zalone: «Tolo Tolo? Mostra cosa siamo diventati, tra egoismo e intolleranza»