in

Il castello di vetro | Brie Larson, un memoir e una famiglia fuori dal comune

Le pagine di Jeannette Walls, Woody Harrelson e Naomi Watts. Perché riscorprilo in streaming

il castello di vetro
Brie Larson e il cast de Il castello di vetro.

MILANO – Il libro autobiografico di Jeannette Walls, Il castello di vetro (edito in Italia da Piemme) è stato un caso letterario internazionale: un enorme successo che lo ha portato a scalare le classifiche e rimanere nella lista dei best-seller per ben sette anni. La Walls ha trasformato la sua vita, la sua gioventù e la storia della sua famiglia in un racconto di avventura e profondo amore, diventata poi un film dal titolo omonimo diretto da Destin Daniel Cretton con Brie Larson, Woody Harrelson e Naomi Watts. Il castello di vetro (lo trovate su CHILI) è la storia avvincente di una famiglia nomade che vive secondo le regole spericolate dei genitori e una figlia ribelle reclusa dalla società.

il castello di vetro
La famiglia Walls in Il castello di vetro

La storia raccontata è quella che ha vissuto l’autrice. Figlia di Rex e Rose Mary Walls, spiriti liberi e sprezzanti delle istituzioni, ha vissuto i primi anni della sua vita per strada, vagando di città in città nel sud degli Stati Uniti. Il padre era un uomo creativo e pieno di immaginazione che insegnava ai figli le meraviglie della scienza e del mondo mentre la madre era una pittrice bohémienne: entrambi personaggi dal carattere affascinante, ma decisamente non adatti a prendersi cura di una famiglia. I fratelli dovettero sostenersi a vicenda e crescersi da soli, finché Jeannette non decise di scappare.

Una scena de Il castello di vetro

Iniziò così a scrivere e a costruire una carriera che l’ha portata, negli anni, a diventare editorialista a New York. Passarono molti anni prima di rivelare le sue vere origini e quando lo fece, la sua storia incantò il mondo. Nonostante le difficoltà del crescere in una situazione come la sua, Jeannette non ha mai smesso di amare la sua famiglia, un amore profondo e incondizionato che ha così riassunto: «Alcune persone mi hanno accusato di essere eccessivamente ottimista, ma è così che sopravviviamo ai nostri momenti difficili, cercando la gioia, perché altrimenti quei momenti potrebbero ucciderti».

il castello di vetro
Brie Larson in una scena de Il castello di vetro

Il regista Destin Daniel Cretton, che ha diretto il film seguito dall’autrice è rimasto molto colpito dalla storia e, descrivendo il suo adattamento, ha spiegato: «Il libro di Jeannette ha toccato il cuore di così tante persone, e noi abbiamo voluto regalare questo film a tutti coloro che amano il libro, ma abbiamo anche voluto fare questo film per la famiglia Walls. In un certo senso, abbiamo deciso di creare un album di foto in movimento dei loro ricordi. Spero che sia un ritratto onesto, commovente e, in definitiva, il ritratto di quanto sia complicato ma semplice e potente, l’amore».

Una scena de Il castello di vetro

Una storia fatta di emozioni coinvolgenti e contrastanti, in cui tutti in qualche modo si possono riconoscere perché ogni famiglia ha una sua storia, anche se magari non del tutto simile a quella della Walls. E a questo proposito il regista ha affermato: «Anche io mi sono ritrovato molto nella sua scoperta dell’amore e nel modo in cui ogni famiglia può vivere momenti belli e anche difficili e spaventosi. Sembrava reale, accessibile e così catartica. È una di quelle storie che ti fa sentire più connesso con il mondo e meno solo. È tutto così profondamente umano».

  • Volete vedere Il castello di vetro? Lo trovate su CHILI 
  • Volete leggere altre Storie? Le trovate qui

Qui potete vedere il trailer de Il castello di vetro:

Lascia un Commento

Al Pacino, Robert De Niro e la grandezza assoluta di un cult chiamato Heat

Il Blu-ray di Licorice Pizza edito da Eagle Pictures

Licorice Pizza in Blu-ray? Come (e perché) rivederlo in questa lunga estate