in

Enola Holmes | Millie Bobby Brown, Sherlock e l’ottimo inizio di una (probabile) saga

Nel cast del film anche Henry Cavill, Helena Bonham Carter e Sam Claflin. Dove vederlo? Su Netflix

I protagonisti di Enola Holmes
I protagonisti di Enola Holmes

MILANO – Tutti conoscono le vicende di Sherlock Holmes, ma è arrivato il momento di fare luce sulla sorella, ai più sconosciuta, Enola Holmes. Tratto dalla serie di romanzi The Enola Holmes Mysteries, Enola Holmes (appunto), disponibile su Netflix e diretto da Harry Bradbeer, ci porta nel difficile viaggio della piccola di casa Holmes alla ricerca della madre e di sé stessa. Sherlock e Mycroft, rispettivamente Henry Cavill e Sam Claflin, fanno solo da spalla a quello che è l’energico personaggio di Enola, interpretata da Millie Bobby Brown, e all’ombra sempre presente della madre, Eudoria Holmes, vestita da una splendida Helena Bonham Carter.

Millie Bobby Brown è Enola Holmes
Millie Bobby Brown è Enola Holmes

Due sono i misteri che Enola deve cercare di risolvere: trovare la madre, improvvisamente scomparsa, e salvare il giovane Lord Tewksbury, che incrocia durante il suo viaggio verso Londra. Enola è vivace e spigliata, lascia di stucco i fratelli che la rivedono dopo tanto tempo per il suo temperamento e il suo carattere, non avendo ricevuto un’educazione che si addica a una piccola lady. Ma la madre Eudoria, convinta femminista dell’Ottocento, ha preferito insegnarle la filosofia, la scienza, le arti marziali, le prospettive storiche. Tutte caratteristiche che ne hanno fatto una giovane versione femminile del famoso detective.

Enola Holmes
Millie Bobby Brown ed Henry Cavill

E in effetti Enola possiede tutte le qualità deduttive e investigative di Sherlock, se non migliori. Ingenua, per quanto riguarda i meccanismi del mondo reale, ma profondamente investita nei suoi valori e nei suoi ideali, anche quando sembra vacillare mentre si avvicina a poco a poco a scoprire la verità sulle attività segrete della madre e del suo gruppo femminista. Enola agisce e parla con lo spettatore, una mescolanza di mystery e commedia, un’ironia sagace che maschera la satira sul ruolo delle donne nella società ottocentesca e un discorso molto più ampio sull’equità tra i sessi che vuole parlare anche a noi. Non ci vuole un genio per capire come questo sia un aspetto che collega le società di tutti i tempi, compresa la nostra, ma serve sempre ribadirlo perché, come sottolineato dagli stessi attori a più riprese, c’è ancora molto da fare.

Enola Holmes
Henry Cavill, Millie Bobby Brown e Sam Claflin

Forse le manca un po’ di quella maturità che contraddistingue invece Sherlock, ma per quello c’è ancora tempo, e d’altronde Enola Holmes è anche a pieno un bel coming of age. Ha ancora tanto da imparare, ma non è male seguire le sue avventure mentre cerca di capire quale sia il suo posto nel mondo. Il film, che è stato oggetto di una controversia con il marchio di Arthur Conan Doyle per aver mostrato uno Sherlock Holmes emotivo e più umano, è un nuovo modo di interpretare i misteri e le avventure legate al detective più famoso di tutti i tempi con un cast degno del suo nome. In fin dei conti, Henry Cavill non è certamente lo Sherlock Holmes che pensavamo di conoscere, ma è lo Sherlock Holmes di cui avevamo bisogno. E allora Enola Holmes può benissimo essere considerato come la perfetta partenza per una nuova saga su Enola. Una detective che, sulle orme del fratello, ha ancora molto da dire.

Qui potete vedere il trailer di Enola Holmes:

Lascia un Commento

IL CASO | Tra Truffaut, Wes Anderson e Ventimiglia: il miracolo pop di Easy Living

Sciarada

Sciarada | Cary Grant, Audrey Hepburn e un classico fuori dagli schemi