in

Per sempre la mia ragazza | Alex Roe, Jessica Rothe e un amore che resiste al tempo

Il dolore, il perdono e le seconde possibilità. Ecco da dove nasce il film di Bethany Ashton Wolf

per sempre la mia ragazza

MILANO – È una storia d’amore, di perdono e di seconde possibilità quella che vede protagonisti Alex Roe e Jessica Rothe nei panni di Liam e Josie. Per sempre la mia ragazza, diretto da Bethany Ashton Wolf nel 2018, sembra essere uscito dalle pagine di Nicholas Sparks, il tenore della storia è quello dopotutto. Ed è proprio il confronto con uno dei più conosciuti scrittori di romanzi rosa che è costato al film un giudizio negativo da parte della critica. Il pubblico non deve essere stato molto d’accordo, visto che l’ha invece accolto molto positivamente. Il film è in realtà tratto dal romanzo omonimo di Heidi McLaughlin ed è solo il primo di una lunga serie ambientata nella cittadina di Beaumont.

per sempre la mia ragazza
Alex Roe e Jessica Rothe sono Liam e Josie in Per sempre la mia ragazza

La pellicola è in verità ambientata a St. Augustine in Louisiana, visto che la cittadina di Beaumont era stata inventata per la saga letteraria. Il punto di fondo comunque non cambia. La travagliata storia tra Liam e Josie rimane la stessa, con tutti i suoi problemi, i suoi dolori e i suoi colpi di scena. Iniziata a scuola, al liceo, quando i due erano solo migliori amici, si è presto sviluppata in un sentimento più sincero che ha portato i due a convolare a nozze. Ma, il giorno del matrimonio, forse perseguitato dai demoni del suo passato, Liam abbandona Josie all’altare e lascia la piccola città, i suoi amici e suo padre, il pastore della comunità. La storia di McLaughlin attacca dieci anni dopo. Liam vive a Los Angeles ed è un cantante country di successo, anche se non ha una relazione stabile e nonostante la fama, sente che manca qualcosa.

Liam e Josie in una scena di Per sempre la mia ragazza

Il passato e i ricordi non gli danno tregua, e l’unico modo che trova per esorcizzarli è attraverso la musica. Un incidente che porta alla morte un amico d’infanzia è il pretesto con cui Liam viene costretto a tornare a casa e trovarsi di fronte a tutti i problemi da cui aveva cercato di passare. Suo padre non è certo felice che dopo aver raggiunto il successo non si sia più fatto vivo, così come i suoi amici. Ma lo scoglio più grande è rivedere Josie: la incontra una mattina fuori dal negozio di fiori che possiede. Tra i due i sentimenti non se ne sono mai andati, ma dieci anni di dolore e solitudine sono difficili da scacciare via e il perdono non è qualcosa che Josie ha in mente quando all’improvviso si ritrova davanti quell’uomo che l’aveva abbandonata all’altare e che non pensava di rivedere mai più.

Una scena di Per sempre la mia ragazza

Liam comprende di aver commesso il più grande errore della sua vita, ed è la scoperta della paternità a fargli cambiare rotta: Josie era infatti incinta quando lui l’ha lasciata, ma non avendo mai risposto alle chiamate della donna, non ne era a conoscenza. Per sempre la mia ragazza diventa così una storia di redenzione e un cammino verso il perdono. Josie concede a Liam una seconda possibilità e, proprio quando Liam sembra essere sul punto di buttarla via un’altra volta, riesce invece a prendere la direzione giusta. Probabilmente la saga di Beaumont non continuerà al cinema, ma questo capitolo è stato abbastanza per tornare per un po’ ai film romantici vecchio stile: semplice, ma coinvolgente.

  • Volete leggere altre Storie? Le trovate qui

Qui potete vedere il trailer di Per sempre la mia ragazza:

Lascia un Commento

Woody Harrelson, la graphic novel e altri (buoni) motivi per vedere Wilson

el dorado

El Dorado: John Wayne e il testamento femminista di Howard Hawks