in

Dal brindisi di Meryl Streep all’incorreggibile Ben Affleck: le star in quarantena si scatenano

Così Spike Lee prende in giro Trump, mentre Jonah Hill e Shailene Woodley si abbandonano ai ricordi

Meryl Streep
Il brindisi di Meryl Streep

MILANO – Mancava solo lei. Come chi? Meryl Streep! In questa quarantena molto social e (quasi) infinita, era evidentemente arrivato il momento anche per Nostra Signora del cinema di venire allo scoperto con una diretta Zoom, che è già storia. Insieme alle amiche e colleghe, Christine Baranski e Audra McDonald, Meryl ha celebrato i 90 anni del leggendario compositore di Broadway, Stephen Sondheim. Nel pieno rispetto delle regole sul distanziamento sociale imposte dall’emergenza sanitaria, Meryl Streep e le altre due star si sono riunite online, rigorosamente in accappatoio, ognuna con un cocktail alla mano per brindare. Il risultato? Un concentrato di risate e musica ad alto tasso alcolico. Decisamente divertente.

Chi invece sembra affrontare la quarantena con uno spirito meno allegro rispetto alla collega Meryl Streep è Ben Affleck, sorpreso dai paparazzi a “reinterpretare” a modo suo le indicazioni sanitarie anti-Covid19. In giro per L.A. l’attore si è fatto beccare con la mascherina d’ordinanza, certo, ma debitamente riadattata per fumare una sigaretta. Che Affleck non se la cavi troppo bene ultimamente nella vita privata è cosa nota, in questo caso però, è evidente che non ci voglia un genio come Will Hunting per capire che Ben stia sbagliando su tutta la linea, anche contro il Coronavirus.

Ben Affleck
Ben Affleck con la mascherina non rinuncia al fumo

E a proposito di discutibili scelte mediche per tutelare la propria salute e quella altrui durante la quarantena, non possiamo non segnalare il post di Spike Lee. Dopo che Trump ha detto: «Vedo che il disinfettante uccide il virus in un minuto. C’è un modo per fare qualcosa del genere all’interno dei pazienti, con un’iniezione o una specie di pulizia? Perché arrivi nei polmoni… lo sperimenteremo, mi sembra interessante». Il regista non ha perso un attimo per blastare Mr. President su Instagram, sottolineando la pericolosità delle idee di Donald.

Spike Lee
Spike Lee contro il Presidente Trump

Chi invece in quarantena rinuncia a ogni polemica e sceglie di abbandonarsi ai ricordi sono Shailene Woodley e Jonah Hill. La prima ha sorpreso tutti, ripescando uno scatto che risale all’epoca in cui l’attrice era solo una ragazzina, ma aveva già trovato il suo posto sul set di The O.C. Nel teen drama Shailene interpretava la piccola Kaitlin Cooper e, infatti, la vediamo in un “ritratto di famiglia” con l’incorreggibile mamma Julie (Melinda Clarke), la problematica sorella maggiore Marissa (Mischa Barton) e l’impenitente papà Jimmy (Tate Donovan). Adorabile, no?

Quarantena
Una giovanissima Shailene Woodley in una scena di The O.C.

E anche se non si tratta di un ritratto di famiglia, dedichiamo un minuto per contemplare l’epica decadenza del nostalgico post di Jonah Hill. «Mi manca Moodog», commenta l’attore in quarantena, riferendosi all’eccentrico personaggio interpretato da Matthew McConaughey in Beach Bum – Una vita in fumo. Anche se non avete visto il film (recuperatelo è su CHILI!), c’è poco da fare: purtroppo per Meryl Streep, Matthew vince a mani basse l’Oscar per il miglior outfit con questo abbigliamento decisamente sopra le righe.

Quarantena
Jonah Hill e Matthew McConaughey in Beach Bum – Una vita in fumo
  • Da  Anne Hathaway al Negroni di Stanley Tucci: le star in quarantena
  • Da Oscar Isaac alla sfida di Ashton Kutcher | I divi in quarantena

Lascia un Commento

Fernando Di Leo

Quentin Tarantino e l’altra faccia dei B-movies | La riscoperta di Fernando Di Leo

Into the Wild

Into the Wild | Alexander Supertramp, l’Alaska e la storia vera dietro al film