in

Box Office: ancora primo Jurassic World 2, buono l’esordio di Obbligo o Verità

Primi posti in movimento, ma le presenze sono un miraggio nella calda estate degli esercenti

Industry

Esercenti in continua ricerca di pubblico, in un inizio estate mai così avaro di presenze. I Mondiali e le belle giornate non aiutano, come non aiuta una distribuzione di titoli ”forti” ferma a Jurassic World 2, con la speranza che i film in calendario tra fine giugno e luglio (ce ne sono diversi di interessanti, alcuni adatti per il pubblico estivo: Papillon, il catastrofico Hurricane, Unsane di Soderbergh, La Prima Notte del Giudizio, 12 SoldiersSkyscraper con The Rock, Ocean’s 8, la sorpresa horror Hereditary) riescano a tener vivo il finale di stagione. C’è da dire che, almeno come incassi generali, alcune nuove uscite della settimana non sono andate così male. Andando nello specifico, nel periodo compreso tra il 18 e il 24 giugno, secondo i dati Cinetel, al primo posto c’è sempre Jurassic World – Il Regno Distrutto (Universal), in calo rispetto a sette giorni fa ma ancora con 1,5 milioni portati a casa, a fronte dei buoni ma non eccezionali 8,5 totali.

jurassic-world-fallen-kingdom-chris-pratt-bryce-dallas-howard-
Jurassic World – Il Regno Distrutto, una scena del film

Secondo posto per Obbligo o Verità (Universal) che esordisce sfiorando gli 800 mila euro, con buona possibilità di crescita. Il discorso cambia dal terzo posto a scendere, con le cifre e le presenze in discesa. Terzo, 211 – Rapina in Corso (Notorius), che guadagna 175 mila euro, con una somma pari a 350 mila euro. Quarto, Ogni Giorno (Eagle), il teen-drama fa 163 mila, anch’esso su un totale di 350 mila euro. Quinto posto per Sposami, Stupido! (Koch Media), al debutto con 146 mila euro. Resiste in Top 10 Solo: A Star Wars Story (Disney), con un botteghino di 145 mila euro e un generale ormai attestato sotto i 4,5 milioni. Dopo settimane di assenza, torna un titolo animato: settimo c’è il nipponico Mary e il Fiore della Strega (Lucky Red), ventimila presenze e 134 mila euro al box office. Ottavo, e da inizio maggio in classifica, Deadpool 2 (20th Fox), 89 mila euro e 6,6 globali. Nona piazza, A Quiet Passion (Satine), con 79 mila euro e un totale che non tocca i 100 mila. Ultimo, il ritorno in sala di 2001: Odissea nello Spazio (Warner) con 61 mila euro.

Lucy Hale, in una scena di Obbligo o Verità

Proseguendo, e dando una sbirciata alle code dei multiplex e circuiti a stelle e strisce, il pubblico americano continua ad apprezzare la programmazione estiva, registrando addirittura un aumento di presenza (quasi il 3%) rispetto alla scorsa settimana. Del resto, il dato è gonfiato dallo sbarco in sala di Jurassic World – Il Regno Distrutto (venti giorni dopo la release europea), che esordisce con 150 milioni nel solo weekend, lanciandosi in una corsa che, presumibilmente, lo porterà ad essere tra i titoli più visti dell’anno, nonostante il 28% in meno di incasso al debutto del precedente capitolo. Risultato comunque buono, considerando che i competitor sono agguerriti: Gli Incredibili 2 gli cede subito il passo, in netta flessione dopo il boom dell’uscita, seguito da Ocean’s 8, guadagnano buoni 100 milioni di dollari. La curiosità, ora, è capire quanto farà il nostro Stefano Sollima con Soldado – accompagnato da ottime critiche -, programmato per la distribuzione americana il 29 giugno. Da noi? Manca ancora un po’: 18 ottobre.

Lascia un Commento

Star Wars: La Lucasfilm fa chiarezza sul futuro della saga

Spider-Man: Far From Home: Tom Holland rivela il titolo del sequel