in

Io & il cinema | Enrico Rava: «Bertolucci, Bix e la mia passione per Checco Zalone»

La rubrica di Hot Corn in cui musicisti, scrittori, attori e registi raccontano i loro film preferiti

Enrico Rava aspetta l'uscita del sole.

MILANO – Bernardo Bertolucci e Pesaro, New York e le Pantere Nere, Miles Davis, il jazz al cinema e quel suono di Bix: parlare con Enrico Rava è come fare un lungo viaggio in bilico tra musica e cinema, a partire da Una bella grinta, film del 1965, musiche di Piero Umiliani suonate da lui con il complesso di Gato Barbieri. «Premetto una cosa: di questo film non ricordo nulla, solo che andai in studio a registrare le partiture di Umiliani, credo una cosa assolutamente dimenticabile», anticipa lui. Ottant’anni, un disco appena pubblicato per la ECM, Roma, e un tour che a novembre lo porterà anche a New York, Rava è un irregolare geniale che pesca dall’armadio ricordi e aneddoti incredibili, a partire dalla scoperta del cinema nelle sale d’essai a Torino.

Enrico Rava in azione.

I PRIMI FILM – «Quando la gente andava davvero al cinema, c’era sempre la coda per entrare: ricordo a Torino, al Romano, quando andavo a vedere i primi Godard, e poi Truffaut, Bergman, titoli come Il settimo sigillo. Possiamo dire che fu quello il mio ingresso nel mondo del cinema, da spettatore. Poi con Gato Barbieri nel 1964, a Roma, conobbi Moravia, Elsa Morante, Pasolini e poi Bernardo Bertolucci. A lui piaceva molto il jazz e un giorno ci invitò a Parma, sul set di Prima della rivoluzione, per fare un concerto per la troupe. Molti anni dopo Bernardo mi chiamò per firmare la colonna sonora per un film del fratello Giuseppe, Oggetti smarriti, con Mariangela Melato e Bruno Ganz».

Francesco Barilli in una scena di Prima della rivoluzione.

LA MIA COLONNA SONORA PREFERITA – «Difficile scegliere una sola colonna sonora, sicuramente Miles Davis scrivendo la partitura per Ascensore per il patibolo di Louis Malle ha fissato parametri elevatissimi. Dopo quel film, per anni, se non per decenni, tutte le volte che in film o telefilm una macchina viene seguita parte un assolo di tromba veloce, alla Miles».

I MIEI PREFERITI – «Oggi? Amo molto il cinema dei fratelli Coen, amo molto Woody Allen, ancora adesso, mi è piaciuto Tre manifesti a Ebbing, Missouri. Un altro film che ho visto almeno quattro volte è A History of Violence di David Cronenberg. Confesso anche che amo Checco Zalone, mi fa ridere, trovo scriva canzoni bellissime. Un giorno l’ho visto fare un duetto al piano con Bollani ed era uno spettacolo. Lo trovo un comico di livello molto alto, ha delle trovate geniali nei suoi film che ho visto fare a pochi».

Checco Zalone in una scena di Quo vado?

JAZZ AL CINEMA – «Non è sempre facile portare il jazz dentro un film, a volte si commettono errori imperdonabili: ricordo Montgomery Clift in Da qui all’eternità fare un assolo incredibile senza muovere le dita. Tra le cose migliori ricordo Round Midnight – A mezzanotte circa di Bertrand Tavernier oppure un documentario come Straight, No Chaser su Monk. Bird di Eastwood? Sì, ma non è tra i miei preferiti. Cito piuttosto Chimere ispirato a Bix Beiderbecke e interpretato da Kirk Douglas. Da grande amante di Bix ho ovviamente visto il film di Pupi Avati: sceneggiatura discutibile, ma è un film ben fatto, la musica è suonata benissimo grazie al lavoro di Lino Patruno».

Kirk Douglas e Doris Day in Chimere di Michael Curtiz.

IO E IL CINEMA – «Ho suonato per L’imbalsamatore di Matteo Garrone assieme alla Banda Osiris, poi ho fatto un assolo molto bello per Il grande cocomero di Francesca Archibugi, ho lavorato su Sole Cuore Amore di Daniele Vicari e da poco ho finito le musiche assieme a Stefano Di Battista per il nuovo film di Lamberto Sanfelice, che aveva già girato Cloro. Con il cinema ho avuto rapporti anche particolari: per anni sono stato amico di Octavio Getino, regista argentino e socio di Solanas, che quando vivevo a New York mi mandava delle pellicole da portare alle Pantere Nere, una situazione surreale. Per Fernando Birri invece scrissi nel 1979 le musiche di Org con Terence Hill».

 

 

 

 

 

 

Lascia un Commento

HOT CORN Tv | Brad Pitt in una clip in anteprima di C’era una volta… a Hollywood

Da Ghost a Grease | Il ricordo di Patrick Swayze in quattro film cult