in

Da Top Gun: Maverick a Wonder Woman 1984 | Continua lo slittamento delle uscite

L’emergenza prosegue e le Majors corrono ai ripari fra film rimandati al 2021 ed altri distribuiti in digital

Wonder Woman 1984
Gal Gadot annuncia che WW84 uscirà ad agosto

MILANO – «So che molti di voi hanno aspettato 34 anni. Sfortunatamente, è necessario aspettare un po’ più a lungo. Top Gun: Maverick volerà a dicembre». A Tom Cruise bastano una foto e poche righe per annunciare quello che era ormai nell’aria (perdonate la battuta!): l’attesissimo sequel non arriverà in sala il 15 luglio, ma a fine anno.

Top Gun: Maverick
Il post di Tom Cruise

Il motivo? L’emergenza sanitaria legata al Coronavirus che attanaglia il mondo. Per Cruise si tratta del secondo progetto che subisce un contraccolpo a causa del Covid-19. Tom infatti era sul set veneziano di Mission Impossible 7, quando le riprese sono state interrotte per tutelare la salute di cast e crew. Ora, pare, si stia provvedendo a riscrivere la sceneggiatura per escludere l’Italia dalla storia ed evitare ulteriori rallentamenti. Un’operazione utile? Forse sì, ma non risolutiva visto che ormai la pandemia si è diffusa ovunque.

Una scena di A Quite Place 2
Una scena di A Quite Place 2

Lo slittamento a dicembre di Top Gun: Maverick però è solo l’ultimo fra quelli annunciati dalle Majors, costrette a rivedere tutti i loro programmi. Così è arrivata la conferma che anche Wonder Woman 1984 è stato spostato al 14 agosto. Stessa sorte anche per la collega Black Widow, con l’uscita del suo film rimandata al 6 novembre. A questi blockbuster si aggiungono anche: il live action Mulan (ora atteso per il 24 luglio), l’horror A Quiet Place 2 (che uscirà il 4 settembre) e il 25° film di James Bond, ovvero, No Time to Die (in sala a novembre). Dovremo invece aspettare il 16 ottobre per vedere The French Dispatch.

Trolls World Tour
Trolls World Tour su CHILI dal 10 aprile

E se l’horror prodotto da Jordan Peele, Candyman, arriverà nei cinema il 25 settembre, poco si sa sul futuro di altri film dello stesso genere come Antebellum, Run e Spiral. Così come resta in sospeso la sorte di In the Heights – Sognando a New York, La donna alla finestra e New Mutants, solo per citarne alcuni. Si spostano invece direttamente al 2021: il nono capitolo di Fast & Furious (2 aprile), Ghostbusters: Afterlife, Minions 2 – Come Gru diventa cattivissimo, Morbius, The Eternals (12 febbraio), Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings (7 maggio), Jungle Cruise (20 luglio) e Doctor Strange 2 (5 novembre).

Ghostubusters Afterlife
La mitica Ecto-1, l’auto dei Ghostubusters

Il 2022 sarà invece l’anno di Thor – Love and Thunder (18 febbraio), Black Panther 2 (6 maggio), Captain Marvel 2 (8 luglio) e Indiana Jones 5 (29 luglio). Finora si stima che circa 81 titoli abbiano subito uno slittamento nella programmazione. Un’alternativa valida è la distribuzione direttamente in digital. Una strada già seguita da Emma e L’uomo invisibile. Dopo di loro sarà la volta di Trolls World Tour, disponibile su CHILI dal 10 aprile.

  • Il ritorno di Jane Austen | E la nuova Emma arriva direttamente in streaming
  • L’uomo invisibile arriva in digital | Elisabeth Moss e l’horror nell’epoca del Me Too

Lascia un Commento

Passeggeri Notturni

Nicole Grimaudo tra Passeggeri Notturni, Carofiglio e quello che le donne non dicono

Miles Teller e Aaron Eckhart in Bleed

Bleed | I pugni di Miles Teller, la boxe e una storia vera di coraggio