in

Da Carlo Verdone a Mission: Impossible 7 | Il Coronavirus ferma anche il cinema

Tom Cruise non girerà a Venezia, la Filmauro rinvia l’uscita e Bond non va a Pechino…

Mission: Impossible 7

MILANO – Non solo le sale chiuse e le uscite dei film posticipate, non solo Carlo Verdone e il suo Si vive una volta sola rinviato a data da destinarsi (come altri sette film che dovevano uscire giovedì) e non solo il mercato cinese fermo con grande preoccupazione di Hollywood (si parla di una perdita di un miliardo di dollari), adesso il Coronavirus ferma anche Tom Cruise. Paramount Pictures ha infatti comunicato ufficialmente che le riprese del nuovo capitolo del franchise di Ethan Hunt, Mission: Impossible 7, previste a Venezia per tre settimane, sono state temporaneamente interrotte per motivi di sicurezza dopo le disposizioni adottate dalla Regione Veneto.

Mission: Impossible 7
Tom Cruise in una scena di Mission: Impossible – Fallout

«Per un eccesso di cautela sulla sicurezza e il benessere del nostro cast e della nostra troupe», si legge nel comunicato, «e considerati gli sforzi del governo veneziano locale per fermare le riunioni pubbliche in risposta alla minaccia del Coronavirus, stiamo alterando il piano di produzione per le tre settimane di riprese in Venezia, prima tappa programmata di una vasta produzione per Mission: Impossible 7. Durante la pausa vogliamo essere consapevoli delle preoccupazioni della crew e stiamo permettendo loro di tornare a casa. Continueremo a monitorare questa situazione mentre si evolve, e lavoreremo a fianco dei funzionari sanitari e governativi».

Mission: Impossible 7
Christopher McQuarrie sul set con Tom Cruise

Secondo quanto è stato annunciato finora l’alter ego di Tom Cruise, Ethan Hunt, tornerà sul grande schermo per altri due capitoli della saga di Mission:Impossible entrambi affidati a Christopher McQuarrie, già regista di Rogue Nation e Fallout. Prima dell’emergenza Coronavirus l’uscita di Mission: Impossible 7 era prevista per il 23 luglio 2021 mentre l’episodio successivo, il numero otto, era programmato per il 5 agosto 2022. Adesso, ovviamente, è tutto da rifare, come da rifare saranno le uscite di molte distribuzioni italiane che hanno deciso di non far uscire i film.

Si Vive Una Volta Sola: Rocco Papaleo, Max Tortora, Anna Foglietta e Carlo Verdone
Si Vive Una Volta Sola: Rocco Papaleo, Max Tortora, Anna Foglietta e Carlo Verdone

A fronte della chiusura delle sale in Lombardia, Veneto, Piemonte ed Emilia Romagna sono state rimandate a data da destinarsi le uscite oltre a Si vive una volta sola, anche The Grudge, l’horror diretto da Nicolas Pesce; Volevo Nascordermi, il film di Giorgio Diritti con Elio Germano presentato alla Berlinale; Dopo il matrimonio con Michelle Williams e Julianne Moore; i cartoon Arctic – Un’avventura glaciale, Lupin III – The Fist e Onward – Oltre la Magia; il biopic Un amico straordinario con Tom Hanks; così come le commedie Non si scherza col fuoco e Cambio tutto. Non bastasse, ecco anche la notizia della cancellazione dell’anteprima del nuovo Bond, No Time To Die, che doveva tenersi a Pechino a marzo.

  • Tom Cruise all’insegna dell’action su Instagram: da Mission: Impossible – Fallout a Top Gun 2
  • VIDEO | Tom Cruise e il sequel nella nuova featurette di Top Gun: Maverick

Lascia un Commento

Il commissario Montalbano

Luca Zingaretti e il futuro de Il commissario Montalbano | Il podcast di Hot Corn

Speciale Hot Corn Green | Cinema e ambiente: il numero speciale di Hot Corn Weekly