in

How Girl Power Changed the World. O della rivoluzione culturale delle Spice Girls

Il documentario dedicato a Geri, Victoria, Mel B, Emma e Mel C è su Discovery Plus + dal 6 novembre

Spice Girls: How Girl Power Changed the Word
Le Spice Girls

ROMA – Qualsiasi ragazzina nata verso la fine degli anni Ottanta si sarà ritrovata a fantasticare con le compagne di classe su quale tra le Spice Girls fosse. Ginger o più Sporty? Baby o Scary?Chi scrive ha sempre avuto un debole per Geri e Victoria collezionando foto, figurine, tatuaggi temporanei e adesivi dei quali la nostra infanzia è stata letteralmente invasa. Le Spice Girls erano ovunque. In radio, su MTV, in edicola, persino sulle confezioni delle lecca lecca. Primo vero fenomeno pop al femminile della seconda metà del Novecento, Emma, Mel B, Victoria, Geri e Mel C hanno rappresentato uno spartiacque nel mondo della musica. A venticinque anni dall’uscita del loro singolo d’esordio, Wannabe, un documentario, Spice Girls: How Girl Power Changed the World – in esclusiva su Discovery Plus + dal 6 novembre – ne racconta le tappe che le hanno portate al successo planetario.

Mel B, Mel C, Geri, Victoria ed Emma

Tutto inizia a Londra nel 1994. Geri Halliwell e Victoria Adams partecipano in un hotel di Soho all’audizione per il film Tank Girl, adattamento live action dell’omonimo personaggio dei fumetti di Jamie Hewlett e Alan Martin. Tre mesi più tardi si ritrovano ad un’altra audizione. Questa volta si tratta dei provini per un nuovo gruppo pop guidato da Chris Herbert. Insieme a loro anche Melanie Chisholm e Melanie Brown. Emma Bunton, invece, verrà “trovata” grazie alle sue apparizioni in alcune serie Tv inglesi. È l’inizio di una nuova era.

Spice Girls: How Girl Power Changed the World
Le Spice Girls con il Principe Carlo

Spice Girls: How Girl Power Changed the World, grazie a filmati e foto inedite e interviste a chi ha vissuto quei giorni al loro fianco – esclusione fatta per le 5 pop star – rappresenta una sorta di origin story del gruppo, raccontandone luci ed ombre. Dall’ossessione dei tabloid, all’idillio e successiva rottura con Simon Fuller passando per quello slogan, Girl Power, che ha definito un’epoca. Le prime in un’industria e società maschile e maschilista – esemplare la richiesta rimandata al mittente di mostrare scollature più generose – a rivendicare un posto di primo piano e a sfruttare il marketing – e ferocemente criticate per questo – per veicolare il loro messaggio.

Spice Girls: How Girl Power Changed the World
Le Spice Girls sul palco

Il documentario è un tuffo indietro nel tempo, tra filmini casalinghi e momenti passati alla storia – tra le immagini del fidanzamento tra Victoria e David Beckham e il bacio sulla guancia di Geri al Principe Carlo – che se da un lato non può che far scattare l’effetto nostalgia nel pubblico, dall’altro mostra anche l’estrema modernità della Spice Girls. Cinque ragazze che non si limitarono a conquistare il mondo con una manciata di canzoni ma rappresentarono un modello per milioni di ragazze in giro per il mondo al grido di “Girl Power”. L’attestazione di una possibilità fino a quel momento loro negata.

  • Volete scoprire la nostra sezione DocCorn? La trovate qui

Qui potete vedere il video di Wannabe: 

Lascia un Commento

Tra Twitter e la Florida | Zola, o del film più pazzo che vedrete quest’anno

Devil's Knot

Devil’s Knot | I Tre di West Memphis e quella storia vera di un mistero (ancora) irrisolto