in

Tra il libro e il film | Ma da dove arriva la storia di Scrivimi Ancora?

Lily Collins e Sam Claflin sono i protagonisti del teen-drama basato sul romanzo di Cecelia Ahern

Il titolo (italiano) va rigorosamente scritto con l’hashtag. Del resto, i protagonisti della storia, Rosie e Alex, sono due teen-ager come tanti, uguali ma diversi, a loro modo unici e speciali. Perché #ScrivimiAncora, diretto da Christian Ditter e basato sul romanzo di Cecelia Ahern, Love, Rosie, è una fiaba in cui è facile rispecchiarsi, con il film che va a raccontare gli alti e i bassi di un legame d’amicizia che, entrambi, condividono da una vita. «La storia racconta di due persone che provano un profondo amore l’una per l’altra, ma che sono costantemente spinte ad allontanarsi» spiega proprio l’autrice irlandese Cecelia Ahern.

Una scena di #ScrivimiAncora

Nel film di Christian Ditter, Lily Collins e Sam Claflin interpretano infatti Rosie e Alex, amici da sempre, che per colpa del destino finiranno per separarsi. Il loro rapporto fa sì che entrambi si ritrovino soli con le loro (rispettive) disastrose relazioni. Ma come si fa ad adattare un libro fatto di mail, telefonate ed sms? «Sono entrato in una libreria di Berlino e dei primi venti libri che ho visto i primi cinque erano della Ahern», racconta il produttore della Constantin Film, Robert Kulzer, la cui moglie è una fan sfegatata dell’autrice. «Ho iniziato a leggerli uno dopo l’altro e quando sono arrivato a Scrivimi Ancora sapevo che era quello giusto, ma poi l’ho trovato perdetto», prosegue Kulzer.

Lily Collins e Christian Ditter sul set

Per adattare il romanzo al grande schermo, la produzione alla sceneggiatrice inglese Juliette Towhidi. «Era come un detective», dice Kulzer del processo di adattamento, «estrapolava la trama e i punti chiavi della storia, andando a creare un suo mondo intorno agli episodi che Cecelia aveva creato nel suo romanzo. Era chiaro a tutti che come Cecelia aveva scritto Scrivimi Ancora, non sarebbe stato possibile trasporlo parola per parola sullo schermo» spiega la Towhidi che ha anche spostato la storia in Inghilterra. «Quello che i produttori volevano da me era che riuscissi a mantenere intatto lo spirito di quello che Cecelia aveva scritto».

Lily Collins e Sam Claflin

«L’autrice ha un tale amore per i suoi personaggi che rende semplice portarli in vita, e volevo che il rapporto tra Rosie e Alex fosse reale», racconta Towhidi. «Infatti ho amato scrivere tutti i personaggi. Cerchi di dare a tutti delle battute forti in modo che ogni loro comparsa sullo schermo abbia un valore, non importa quanto piccolo sia il ruolo». «Credo che il lavoro di Juliette sul libro sia fantastico» confida la Ahern dopo aver letto la versione definitiva della sceneggiatura «È riuscita a tirar fuori uno umorismo buffo e tagliente, con sentimento. Quello che per me contava era che l’essenza del libro fosse riproposta al cinema, e sono stata molto contenta della sceneggiatura che Juliette è riuscita ad elaborare».

Lascia un Commento

L’amore (ingannevole) secondo i fratelli Coen: Prima ti Sposo, Poi ti Rovino

Terminator: Destino Oscuro | Da Linda Hamilton a Schwarzenegger: i characters poster