in

8 Donne e un Mistero | Lo scoppiettante (e originale) noir firmato da François Ozon

Catherine Deneuve, Isabelle Huppert e Fanny Ardant nel film che ha ispirato il remake italiano

8 Donne e un Mistero
8 Donne e un Mistero

MILANO – 7 donne e un mistero, l’ultimo film di Alessandro Genovesi con un invidiabile cast di attrici nostrane, è stato uno degli ultimi titoli italiani usciti alla fine del 2021. Ma non tutti sanno che il film in questione è ispirato ad un grande film d’oltrlpe. Quale miglior occasione, dunque, per riscoprire il francese 8 Donne e un mistero di François Ozon, da cui Genovesi ha tratto il suo remake? Ozon è ormai un habitué della nostra rubrica French Touch, ma val la pena omaggiarlo nuovamente per 8 donne e un mistero, anch’esso da (ri)vedere in streaming su CHILI. A voler essere del tutto onesti, fu in principio la pièce teatrale del 1958 Huit Femmes firmata da Robert Thomas ad ispirare lo stesso Ozon per il suo film di maggior successo in Francia, in cui l’impianto teatrale è alquanto evidente.

Emmanuelle Béart, Firmine Richard, Isabelle Huppert, Danielle Darrieux, Catherine Deneuve, Virginie Ledoyen, Ludivine Sagnier in 8 Donne e un Mistero
Emmanuelle Béart, Firmine Richard, Isabelle Huppert, Danielle Darrieux, Catherine Deneuve, Virginie Ledoyen, Ludivine Sagnier in 8 Donne e un Mistero

Secondo il canone delle unità aristoteliche, l’azione si svolge interamente in una dimora alto borghese della campagna francese negli anni ‘50 ed è un omicidio a sconvolgere l’apparente equilibrio vigente nella stessa. Marcel, l’unico uomo di casa, viene infatti trovato nel suo letto con un coltello conficcato nella schiena, ma l’omicida deve necessariamente nascondersi tra le insospettabili otto donne di casa, per la maggior parte sue parenti strette. Il mistero sarebbe di per sé già abbastanza affascinante, ma acquista ancor più brio per le interpreti che danno voce alle isterie e agli intrighi di famiglia. Non vi è spettatore appassionato di cinema francese che possa non godere nel vedere nella stessa inquadratura Catherine Deneuve (la moglie), Isabelle Huppert (la cognata) e Fanny Ardant (la sorella) accompagnate da cinque insigni colleghe, che si sfidano a colpi di bravura fino all’ultima battuta.

Una scena del film con Fanny Ardant
Una scena del film con Fanny Ardant

Più che un thriller, 8 donne e un mistero è una commedia noir in cui la contaminazione la fa sempre da padrona. Basti pensare che ogni personaggio guadagna statura drammaturgica addirittura cantando una canzone popolare del repertorio francese, che spazia da Dalida a Sylvie Vartan a Françoise Hardy (poi ulteriormente omaggiata da Ozon nel suo intrigante Giovane e bella). Già nella bizzarra decisione registica si evince la chiara dichiarazione d’intenti del film di non volersi mai prendere troppo sul serio. Abiti e arredamenti hanno spesso cromatismi sgargianti, a voler da un lato restituire il tipico effetto Technicolor anni ’50 e dall’altro veicolare visivamente l’anima di ogni personaggio femminile.

Un momento di 8 Donne e un Mistero
Un momento di 8 Donne e un Mistero

Agevolate da una solida sceneggiatura, tutte le attrici recitano costantemente sopra le righe e danno adito a spassosi battibecchi e insospettabili confessioni, che poco a poco smascherano segreti e bugie di una famiglia tutt’altro che innocente. Scoppiettante e raffinato al contempo, 8 donne e un mistero è un omaggio all’illusionismo femminile convintamente cinefilo (in una scena Deneuve e Ardant citano platealmente il compianto Truffaut, con cui entrambe non solo lavorarono, ma intrattennero intense storie d’amore). Questo meraviglioso gineceo non poté non stregare la giuria al Festival di Berlino del 2003, che infatti tributò all’intero cast un Orso d’Argento. Dovessimo, tuttavia, scegliere la nostra beniamina, forse stavolta propenderemmo per un’insolita Isabelle Huppert, dapprima fragile e poco piacente crisalide e poi decisa e imperscrutabile femme fatale, novella Rita Hayworth.

Volete vedere il film? Lo trovate in streaming su CHILI

Lascia un Commento

the house

The House | Animazione in stop-motion e un film sulle ossessioni umane

Monterossi

Monterossi | La ballata blues di Fabrizio Bentivoglio? Una serie crime riuscita