in

Monday | Sebastian Stan, Denis Gough e una commedia romantica da (ri)vedere

Ambientato in Grecia, il film di Argyris Papadimitropoulos è disponibile in digitale su CHILI

Monday
Sebastian Stan e Denis Gough sono i protagonisti di Monday. Su CHILI

MILANO – Sulle note di I feel love di Donna Summer si apre Monday, l’ultimo film del greco Argyris Papadimitropoulos con protagonisti l’americano Sebastian Stan e l’irlandese Denis Gough presentato a Toronto e adesso disponibile su CHILI. Stan dismette qui i panni di Bucky Barnes dell’Universo Marvel per vestire quelli di Mickey, un musicista americano che, ormai da diversi anni, tira avanti con la sua attività di disc jockey in Grecia. È proprio lui a far risuonare in quella notte ateniese la voce di Donna Summer quando, ad un certo punto, lascia la sua postazione per avvicinarsi a Chloe (Gough), un’affascinante americana con cui all’istante scatta una potente attrazione reciproca. Già al risveglio da quella prima notte insieme si ritroveranno scortati in caserma dalle autorità locali, in quanto nudi sulla spiaggia nelle prime ore della mattina.

Sebastian Stan e Denis Gough in una scena del film

Monday racconta di tanti venerdì nella vita di una coppia che, dopo un inizio scoppiettante con il tipico obnubilamento dell’attrazione fisica, riuscirà poi a dar vita ad una relazione stabile. Si apprezza la veridicità di una storia che sostanzialmente racconta quale strada possa far seguito al famoso colpo di fulmine. Entriamo poco a poco nella vita di due anime molto diverse, unite prima dall’attrazione e poi dall’amore, pur con tutti i limiti che questo mistero della vita porta puntualmente ad affrontare. Se il pubblico impara lentamente a conoscere Mickey e Chloe, sono in fondo loro stessi a conoscersi progressivamente in un continuo disvelamento di sé, facilitato dall’intervento dei rispettivi amici di sempre e degli ex compagni di vita.

Una scena di Monday

Monday è la perfetta esemplificazione dell’evidente verità che ci si conosca solo dopo aver deciso di stare insieme: a ben vedere è pura illusione che i due momenti accadano nell’inverso ordine cronologico. Si fa il tifo per questa coppia, pur simpatizzando maggiormente per Chloe, in virtù della totale immaturità del partner maschile: Mickey è infatti un eterno bambino incapace di assumersi vere responsabilità e probabilmente a disagio nel mettere ordine nella sua vita. Lui appartiene di fatto a quella categoria di soggetti vagamente masochisti con la tendenza a rovinare tutto, soprattutto quando sembra che le cose stiano andando per il verso giusto.

monday
Una scena del film

Interessante, peraltro, la prospettiva del regista di dare peso in sceneggiatura al ruolo degli amici dalla diversa estrazione sociale in relazione alla differente natura dei due protagonisti: Mickey è uno spirito libero, mentre Chloe è un’avvocatessa molto responsabile. I nodi verranno al pettine in una festa disastrosa in cui i due mondi lontani non potranno che scontrarsi con le armi non così discrete della borghesia. E il lunedì del titolo? Allude ad un giorno che, pur legandosi nel film ad uno specifico giudizio in tribunale, si rende metafora più generale del giudizio ad una coppia tanto unita nell’amore, ma anche tanto diversa nelle premesse amorevoli. Che sia il capolinea o meno di questo rapporto turbolento lo lasciamo scoprire direttamente a voi…

  • Volete vedere Monday? Lo trovate su CHILI
  • Volete leggere altre Revisioni? Le trovate qui

Qui sotto potete vedere il trailer di Monday:

Lascia un Commento

come per disincanto

Come per Disincanto | La fiaba con Amy Adams e Patrick Dempsey riprende vita

1899

1899 | Il nuovo viaggio di Baran Bo Odar? È pronto a impressionare ancora le nostre menti