in

Io & il Cinema | Lulu Wang: «Il mio cult? Scandalo a Filadelfia. E Arnold Schwarzenegger!»

La rubrica di Hot Corn in cui musicisti, scrittori, attori e registi raccontano i loro film preferiti

The Farewell
Lulu Wang pensa ai suoi film preferiti.

LONDRA – Con due candidature ai Golden Globe (e scommettiamo anche su qualche nomination agli Oscar), The Farewell – Una bugia buona, in uscita nelle nostre sale il 24 dicembre, è già da ora uno dei film migliori dell’anno. Il motivo? Una storia familiare emozionante e mai banale, ambientata tra New York e la Cina. Abbiamo avuto la fortuna di parlare con la regista Lulu Wang e di chiacchierare con lei di cinema e dei suoi film del cuore. Ecco cosa ci ha raccontato.

IL FILM CHE MI HA FATTO INNAMORARE DEL CINEMA – «Dunque, vediamo: qui dico Tutti insieme appassionatamente. Era un vero e proprio classico in famiglia, lo abbiamo visto e rivisto assieme innumrevoli volte. Un film bellissimo, epico e direi anche femminista. Julie Andrews era Julie Andrews e anche le canzoni erano bellissime».

IL FILM CHE NON TI STANCHI MAI DI GUARDARE – «Questa è una risposta piuttosto facile: Scandalo a Filadelfia di George Cukor con Katharine Hepburn, Cary Grant e James Stewart. Potrei rivederlo all’infinito».

 

Lulu Wang
Scandalo a Filadelfia è nel cuore di Lulu Wang

LA TUA COLONNA SONORA PREFERITA – «Ecco, questa invece è una domanda davvero difficile, ma ce la posso fare. Vediamo, scelgo tra le ultime cose quindi cito la colonna sonora di Se la strada potesse parlare di Barry Jenkins firmata da Nicholas Britell. Semplicemente incredibile».

IL TUO GUILTY PLEASURE – «Mamma, ho perso l’aereo di Chris Columbus, ma anche Una promessa è una promessa con Arnold Schwarzenegger. C’è stato un periodo in cui a casa mia si vedeva in continuazione Mamma, ho perso l’aereo, lo abbiamo visto così tante volte che alla fine ha cominciato ad annoiarci e allora abbiamo dirottato la nostra attenzione sul secondo. Che film fuori di testa!».

Lulu Wang
Arnold Schwarzenegger è Turbo-Man

QUAL E’ LA SCENA CHE TI FA PIANGERE – «So che non si fa ed è di cattivo gusto – non dovrei dirlo io, intendo – però ogni volta che vedo The Farewell mi fa piangere! No, seriamente, però capisco che non è una risposta corretta. Allora vi dico la scena del monologo del padre in Chiamami col tuo nome di Luca Guadagnino. Santo cielo, quel discorso è così intenso. Ecco, quella scena lì. Ogni volta mi conquista».

QUALE FILM RAPPRESENTA MEGLIO IL RAPPORTO TRA CINA E AMERICA – «Beh, qui non saprei rispondere perché in pratica non esistono film sull’argomento, non credo si sia proprio affrontato come tema. Forse è per questo che ho diretto The Farewell. Potrei adesso che ci penso potrei dirvi Yi yi – E uno… e due!, ma è un film taiwanese al 100% diretto da Edward Yang».

  • Qui il trailer del film di Lulu Wang, The Farewell.

  • Max Casacci: «Elio Petri, Mastroianni e i suoni di Jonny Greenwood»

Lascia un Commento

Virus Tropical

Tra Persepolis e il Sud America | Quello strano cartoon chiamato Virus Tropical

Ken Loach

Ken Loach: «Sorry We Missed You? Per il popolo la lotta non finisce mai»