in

Io & Il Cinema | Paul Schrader: «Da Taxi Driver a Mishima, vi racconto i miei film del cuore»

La rubrica di Hot Corn in cui musicisti, scrittori, attori e registi raccontano i loro film preferiti

LONDRA – First Reformed con Ethan Hawke (mai uscito in italia, ma che trovate qui sui CHILI) ha segnato il meraviglioso ritorno un  genio del cinema, Paul Schrader. Noi di Hot Corn abbiamo avuto il privilegio di parlargli e chiedergli tutti i suoi film preferiti. Cosa che ci sembrava piuttosto azzeccata da fare visto che, prima di debuttare come sceneggiatore negli Anni Settanta (prima Yakuza e poi Taxi Driver…) è stato un importante critico cinematografico.

Paul Schrader e Ethan Hawke sul set di First Reformed

IL PRIMO FILM CHE TI HA FOLGORATO «Nessun dubbio: Diario di un ladro di Robert Bresson. Quando l’ho visto, nel 1969, mi ha fatto capire che c’era una connessione profonda tra un’educazione religiosa e la mia presenza profana. C’era un legame con lo stile, e da lì è venuta l’ispirazione per parte del mio stile. Quel film mi ha fatto intuire che poteva esserci un posto per me nel cinema. Facevo il critico e non pensavo ci fosse spazio per me, ma poi ho visto questo film su un ragazzo che scrive un diario e ho pensato potessi fare qualcosa di simile. Tre anni dopo ho scritto Taxi Driver…»

IL FILM CHE NON TI STANCHI MAI DI RIVEDERE «Credo sia Un pomeriggio d’Autunno di Yasujirō Ozu. Quel film è stato il primo Ozu che ho visto e aveva il giusto equilibrio tra l’uso del colore e le immagini. Era così bello che mi ha aperto un mondo intero e ancora oggi, ogni volta che lo rivedo, quel mondo mi si para dinnanzi ancora e ancora».

LA COLONNA SONORA CHE AMI «Questa è una buona domanda, non ci ho mai pensato molto. Vediamo un po’. Dunque, credo che il lavoro di Bernard Herrmann su Taxi Driver sia stato davvero fantastico, senza tempo».

IL TUO GUILTY PLEASURE «Se ti piace qualcosa di trash e sei una persona intelligente, stai vedendo qualcosa che non è trash, anche se sembra essere così. Per esempio, quando Quentin Tarantino vede quei dannati B-Movie, non è che sta guardando i film di registi sfrenati o folli, sta vedendo qualcosa che gli interessa davvero, che capisce. Quindi non credo nei guilty pleasure».

Paul Schrader al concerto di… Taylor Swift

IL FILM PREFERITO TRA QUELLI GIRATI «Beh, ho diversi titoli preferiti e per diversi motivi. Ovviamente dico First Reformed, il mio film con Ethan Hawke, perché mi sembra di aver finalmente girato qualcosa che avevo deciso di fare cinquant’anni fa. È fantastico. Dall’altra parte guardo un film come Mishima e penso: “Wow, è ancora un film originale, c’è solo un film del genere così”».

Scoprite le altre interviste nella nostra sezione Io & il Cinema

Lascia un Commento

La Ragazza del Treno

La Ragazza del Treno | Dal libro di Paula Hawkins ad Emily Blunt: la storia dietro il film

War Horse

War Horse | La storia vera del cavallo che ha ispirato il film di Steven Spielberg