in

Dal sequel di Frozen a Star Wars: Episodio IX, tutti i film che vedremo in sala a Natale 2019

Il ritorno di Terminator, l’addio di John Williams. Il 2019 si preannuncia un anno ricco di titoli imperdibili

frozen 2
Industry

ROMA – Prima, uno sguardo alla cronaca odierna: il giorno di Natale è, ormai, storia, e dal punto di vista delle sale, con i rispettivi incassi, il quadro sembra abbastanza delineato per quelli che sono i dieci giorni più caldi dell’anno. Amici Come Prima, nella giornata del 25, arriva primo con 1,3 milioni di euro, seguito da Il Ritorno di Mary Poppins che sfiora il milione, mentre terzo, Bohemian Rhapsody, fa 563 mila euro, vero e proprio fenomeno in grado di superare, stagionalmente e annualmente, i 18,7 di Avengers: Infinity War nonché i 12,7 di Animali Fantastici 2.

Bohemian Rhapsody
Rami Malek è Freddie Mercury in Bohemian Rhapsody.

Ma, al netto del boom del ”supereroe” Freddie Mercury, complice il bel tempo, i complessivi incassi di Natale si sono fermati a 4,7 milioni, leggermente sotto a quelli registrati un anno fa, che di per sé non furono entusiasmanti per gli esercenti. Così, anticipando i tempi, è normale porsi una domanda: per il Natale 2019, cosa ci aspetta? Una giornata di sole splendente che allontana gli spettatori dal buio della sala, il campionato di calcio in stile Boxing Day o, invece, un’interessante programmazione capace di far tornare il pubblico al cinema, come da tradizione?

Natalia Reyes, Mackenzie Davis e Linda Hamilton nella prima immagine promozionale di Terminator 6.

”L’anno della svolta, l’anno del cambiamento, l’anno zero”, lo hanno chiamato qualche settimana fa a Sorrento, durante la presentazione dei listini distributivi. Sta di fatto che il 2019 si preannuncia, come un anno denso di titoli, sfociando in un’offerta natalizia decisamente importante. Infatti, dopo un’estate in cui si alterneranno Rocketman, Toy Story 4, Men In Black: International, Spider-Man: Far Frome Home e il live action de Il Re Leone, la prossima stagione natalizia italiana viene aperta, in largo anticipo, il 31 ottobre, da Terminator 6, diretto da Tim Miller e interpretato da Arnold Schwarzenegger, Mackenzie Davis e Linda Hamilton.

La prima foto di Rambo V.

Titolo che, sulla carta, dovrebbe viaggiare almeno fino a fine novembre. Ma è proprio dicembre il periodo di fuoco che dovrebbe rilanciare definitivamente il Natale al cinema. Perché, con le date di release già ufficializzate (ma che potrebbero cambiare, a dodici mesi dall’uscita), le Xmas Holidays 2019 avranno, per protagonisti, tre titoli fortissimi: Frozen 2 (12 dicembre), Rambo V (19 dicembre) e, soprattutto, Star Wars: Episodio IX, che il 18 dicembre chiuderà (forse?) la saga cinematografica per eccellenza. Tre titoli che, almeno in previsione, dovrebbero garantire un globale di almeno 40/45 milioni di euro.

Elsa e Anna di Frozen.

Se, di Frozen 2 abbiamo ancora poche novità, mentre di Rambo sappiamo che sarà l’ultima avventura di Stallone nel ruolo a cui tanto deve, le news più importanti arrivano dal mondo di Guerre Stellari. Per l’appunto Episodio IX, con J.J. Abrams tornato al timone, non solo metterà fine alla saga degli Skywalker, ma vedrà tornare, in qualche modo, anche Mark Hamill e l’indimenticata Carrie Fisher. Ma attenzione, perché l’ultimo atto, segnerà anche l’uscita di scena di John Williams, pronto a ritirarsi subito dopo la conclusione della saga di quella Galassia lontana lontana.

J.J. Abrams e John Williams durante la preparazione de Il Risveglio della Forza.

Basterebbe questo per rendere Episodio IX il titolo più atteso al cinema di Natale 2019. Spostandoci da Hollywood alle produzioni italiane, le feste dell’anno prossimo saranno la cornice anche di tre attesi ritorni: Ficarra & Picone, Alessandro Siani e Aldo, Giovanni e Giacomo, che torneranno diretti dallo storico regista Massimo Venier (da Tre Uomini e una Gamba a La Leggenda di Al, John e Jack, la ”vita” cinematografica del trio è nata con lui). Capitolo a parte, invece, lo merita il Re del Botteghino natalizio: Checco Zalone. Dovevamo già (ri)vederlo a inizio gennaio, invece Zalone, capace di battere Harry Potter e duellare con Avatar, arriverà, ipotizziamo, solo a inizio 2020, con una storia ambientata tra l’Italia e l’Africa.

James Cameron, Sigourney Weaver, Joel David Moore e Sam Worthington sul set di Avatar.

E, a proposito di Avatar: se il Natale 2019 sarà da vera e propria ressa in coda, quello del 2020 sarà storico. Infatti, il 17 dicembre, dopo una serie di rinvii e ritardi di produzione, e a dieci anni esatti dal primo capitolo, capace di incassare quasi 2,8 milioni di dollari in tutto il mondo, diventando il film più visto della storia (in Italia ha fatto 65,7 milioni di euro, sfiorato qualche anno dopo da Zalone e Quo Vado? che ne fece 65,3) arriverà nelle sale Avatar 2. Con altri tre sequel programmati fino al 2025. Insomma, chi ha detto che il cinema è morto?

Lascia un Commento

Pokémon: Detective Pikachu

Pokémon: Detective Pikachu e quel fenomeno mondiale raccontato su Instagram

Jim Jarmusch, Adam Driver e l’omaggio al potere della poesia di Paterson