in

Apocalypse Now | Il Vietnam, Coppola e la storia vera del colonnello Kurtz

La guerra nel sud-est asiatico e il controverso personaggio di Robert Rheault: eroe o criminale?

Apocalypse Now
Apocalypse Now

ROMA – Un uomo solo al comando. Aveva la barba lunga e gli occhiali e cercava disperatamente di portare a termine una missione che si era rivelata ogni giorno più difficile: raccontare la guerra in Vietnam partendo dal romanzo breve di Joseph Conrad, Cuore di tenebra. Il suo nome? Francis Ford Coppola, l’autore che trasformò Apocalypse Now in un’impresa colossale, più volte sul punto di fallire. Un’opera gigantesca, premiata con la Palma d’Oro a Cannes nel 1979, che proprio per la sua essenza bigger than life rimane ancora oggi una delle vette del cinema contemporaneo. Di quanti film infatti possiamo elencare la lunga serie di traversie produttive che ha afflitto Apocalypse Now, tutte raccontate nel documentario Viaggio all’inferno.

Apocalypse Now
La giungla del Vietnam

Qualche esempio? La crisi matrimoniale del regista che lo spinse quasi al suicidio, il budget cresciuto a dismisura, così come i giorni sul set (238!). Senza dimenticare le febbri malariche che colpirono la troupe, il ciclone che si abbatté sulle Filippine provocando danni per oltre 3 milioni di dollari e, dulcis in fundo, la doppia indisposizione dei protagonisti. Se Marlon Brando era ingrassato a dismisura e poté essere inquadrato solo in primo piano, mentre Martin Sheen fu vittima di un infarto a riprese in corso.

Apocalypse Now
«Mi piace l’odore del napalm al mattino»

La storia? L’eterna lotta tra bene e male incarnata dal colonnello Walter Kurtz (Marlon Brando), disertore divorato dalla follia e dal capitano Benjamin Willard (Martin Sheen), designato dai superiori a eliminare il “nemico”. Suggestioni fortissime, scandite da una serie di sequenze e battute memorabili, ulteriormente amplificate dal fatto che la figura di Kurtz fosse stata modellata su quella reale di Robert Rheault. Un’ispirazione che Coppola e lo sceneggiatore John Milius, trasformarono in uno dei personaggi più inquietanti di sempre.

Apocalypse Now
Marlon Brando, l’inquietante Kurtz

Ma chi era davvero Robert Rheault e cos’aveva in comune con il Kurtz di Apocalypse Now? Probabilmente se Willard si fosse trovato tra le mani il dossier di Rheault avrebbe detto le stesse cose che ha detto mentre spulciava il file segreto dedicato al personaggio interpretato da Brando. Carriera militare a cinque stelle, anni di studio alla Sorbona a Parigi e alla celebre accademia di West Point dove poi avrebbe insegnato il francese, medaglia al coraggio durante la guerra di Corea.

Robert Rheault e la sua famiglia

Di sicuro, proprio come Kurtz, Rheault possedeva una personalità magnetica e una certa attitudine al comando. Proprio quella che gli fece guadagnare la guida di 4500 berretti verdi di stanza in Indocina. Durante la sua permanenza nel sud-est asiatico, però, Rheault si macchiò del cruento omicidio di un informatore locale, Thai Khac Chuyen, giustiziato dopo 10 giorni di sevizie.

Robert Rheault in uniforme in una foto del New York Times

Un comportamento ritenuto inaccettabile che portò Rheault davanti alla Corte marziale. Nonostante l’intercessione del presidente Nixon, l’uomo abbandonò la carriera militare nel novembre del 1969. Due anni più tardi la sua storia finì nelle mani Daniel Ellsberg, il padre dei Pentagon Papers che a sua volta ispirò Steven Spielberg per The Post. Quelle pagine fecero emergere il lato sporco di una guerra che era sempre stata venduta dai media come una necessaria operazione filantropica. Chiaro il punto di vista sull’argomento di Rheault che dichiarò al Time: «La guerra è un affare sporco con obiettivi lodevoli come la libertà e la lotta contro l’aggressore. Che però spesso servono da pretesto per uccidere la gente».

  • Volete rileggere altre Storie? Le trovate qui
  • Volete rivedere Apocalypse Now? Lo trovate su CHILI

Lascia un Commento

HOT CORN Radio | Ma che ci fa Brad Mehldau in un film di Yvan Attal?

Il Ladro di Giorni

Il Ladro di Giorni | Arriva in streaming il film con Riccardo Scamarcio