in

Dal tribunale alla tv | When They See Us e la vera storia dei Central Park Five

Un aggressione, un caso di cronaca e l’ombra del razzismo. Chi erano i protagonisti delle serie Netflix?

Una scena di When They See Us, la serie Netflix diretta da Ava DuVernay.

NEW YORK – A trent’anni da uno dei crimini di più ampia risonanza mediatica degli Anni Ottanta, il 31 maggio Netflix trasmetterà una nuova serie sul cosidetto caso della jogger di Central Park. La piattaforma streaming ha deciso di raccontare la vicenda dei cinque adolescenti, condannati ingiustamente per aver picchiato e violentato una donna nel 1989, all’interno del parco di Manhattan. Sebbene le loro condanne siano state prosciolte nel 2002, le vite dei cinque vennero irrevocabilmente stravolte dagli eventi giudiziari e dall’attenzione della stampa statunitense.

When They See Us, un’immagine della serie.

Ma quali sono le tappe di un fatto di cronaca così cruento? La notte del 19 aprile 1989, l’allora ventottenne Trisha Meili andò a correre nel parco di New York. Diverse ore dopo, la consulente finanziaria venne ritrovata nuda, imbavagliata e legata, ricoperta da fango e sangue, lasciata in fin di vita in un burrone. L’agguato alla donna fu solo uno dei tanti che vennero consumati quella notte nel parco. Ad essere sospettati, un gruppo di più di 30 ragazzi tra i 13 e i 17 anni, indiziati per aver molestato diverse persone, tra cui alcuni ciclisti e un anziano senzatetto. L’attenzione della polizia si concentrò in particolare su cinque adolescenti.

I Central Park Five e i loro avvocati. Era il 1990.

I cosiddetti Central Park Five erano Raymond Santana, Kevin Richardson, Antron McCray, Yusef Salaam e Kharey Wise, che al momento dell’arresto avevano tra i 14 e i 16 anni. Dopo aver inizialmente confessato di aver partecipato alle aggressioni (le confessioni di Wise, McCray, Santana e Richardson furono videoregistrate), i ragazzi e i loro avvocati dichiararono poi di essere stati costretti dagli investigatori a rilasciare dichiarazioni false. In un articolo del 2016 pubblicato dal Washington Post, Salaam affermò che durante gli interrogatori lui e i suoi compagni vennero privati di cibo, bevande e riposo per oltre 24 ore.

Una scena di When They See Us.

Nonostante le incongruenze all’interno delle confessioni rese durante il processo, e l’assenza di prove che li legassero alla scena del crimine, i cinque furono giudicati colpevoli nel 1990. In totale, i Central Park Five scontarono dai sei ai tredici anni delle pene a loro inflitte, venendo rilasciati prima della revoca delle rispettive condanne, nel 2002. In quell’anno Matias Reyes, uno stupratore seriale condannato al carcere per diversi omicidi, si proclamò l’unico responsabile dello stupro della Meili. Il suo DNA in effetti combaciava con i reperti biologici trovati sulla scena del crimine.

Central Park Five
Yusef Salaam scortato dalla polizia.

Inoltre l’uomo aveva fornito dettagli molto precisi sull’accaduto e aveva già commesso un’aggressione simile ad un’altra donna, sempre a Central Park, due giorni prima che venisse trovata la Meili. Il dipartimento di polizia di New York e l’ufficio del procuratore distrettuale di Manhattan decisero allora di esaminare separatamente il caso, anche se Reyes, nel frattempo, non poteva essere più processato visto che il caso era andato in prescrizione. Dodici anni dopo essere stati riconosciuti colpevoli, Richardson, McCray, Salaam, Santana e Wise vennero scagionati. Dopo una lunga indagine sulle condanne, il procuratore distrettuale di Manhattan, Robert Morgenthau, nel dicembre 2002, si assicurò che tutte le accuse contro i Central Park Five venissero annullate.

Central Park Five
Raymond Santana, Yusef Salaam e Kevin Richardson oggi.

Decisione ratificata più tardi, nello stesso mese, da un giudice. Fu una straordinaria svolta degli eventi, giudicata però in maniera sfavorevole dagli ufficiali della polizia. Nella sua sentenza, il giudice della Corte Suprema dello Stato, Charles J. Tejada, spiegò quanto sia stata essenziale la confessione di Reyes, sostenuta dalla corrispondenza del suo DNA sulla scena del crimine. Tejada autorizzò un nuovo processo contro il Central Park Five, ma l’ufficio del procuratore distrettuale decise invece di respingere le accuse originarie. Richardson, McCray, Salaam, Santana e Wise avevano tutti già scontato le loro condanne prima che venissero annullate. Nel 2014, infine, i Central Park Five vinsero una causa civile contro la città di New York per 41 milioni di dollari.

Central Park Five
Un dettaglio della pagina acquistata da Donald Trump.

Molto prima che le sue aspirazioni politiche venissero rese note al mondo, Donald Trump si interessò personalmente al caso della jogger di Central Park. Pochi giorni dopo l’aggressione, l’imprenditore acquistò una pagina sui quattro principali quotidiani di New York auspicando il ritorno alla pena di morte in modo che i Central Park Five venissero giustiziati per i loro presunti crimini. Mentre Trump stava conducendo la campagna per le presidenziali nell’ottobre 2016, raddoppiò le accuse nei confronti dei cinque in un’intervista alla CNN. «Hanno ammesso di essere colpevoli. La polizia che ha condotto l’inchiesta originale ha riconosciuto la loro colpevolezza. Il fatto che quel caso sia stato risolto con così tante prove contro di loro è oltraggioso. E la donna, così gravemente ferita, non sarà mai più la stessa», spiegò Trump nella dichiarazione.

Central Park Five
Jharrel Jerome in When They See Us.

Cosa dobbiamo aspettarci quindi dallo speciale di Netflix? When They See Us, è composta da quattro episodi sceneggiati e diretti da Ava DuVernay e prodotti da Oprah Winfrey e Tribeca Productions Tra i membri del cast principale Jharrel Jerome, di Moonlight, che interpreta Wise, e Jovan Adepo di Fences, nei panni di McCray. Nei ruoli di supporto troviamo la Linda Fairstein di Felicitu Huffman, il pubblico ministero che ha guidato l’ufficio per i reati sessuali del procuratore distrettuale di Manhattan durante il caso. John Leguizamo ha il  ruolo del padre di Santana, Michael K. Williams quello del padre di McCray. Vera Farmiga, infine, interpreta il procuratore distrettuale di Manhattan, Elizabeth Lederer.

Whent They See Us: la recensione della serie

  • Qui sotto potete vedere il teaser trailer di When They See Us:

Lascia un Commento

GLOW | Le prime immagini della terza stagione sulle Gorgeous Ladies of Wrestling

Il ritorno del western | The Kid, inedito di lusso tra Sam Peckinpah e Ethan Hawke