in

Maglione rosso e sneakers azzurre: Tom Hanks è Mr. Fred Rogers

You Are My Friend, biopic su una delle icone della TV americana, uscirà nell’autunno 2019

Freshly Popped

C’è da scommetterci, il suo look tornerà ad essere un must per l’inverno 2019. Cardigan rosso a contrasto su cravatta blu, classico e intramontabile pantalone kaki e sneakers da skate ai piedi, rigorosamente azzurre. Si presenta così Tom Hanks, nella prima foto ufficiale di You Are My Friend, biopic incentrato sulla vita di Mr. Fred Rogers, uno dei più famosi protagonisti della tv educativa per bambini a Stelle & Strisce. Cordiale, affabile e gentile, Rogers, in vita, è stato anche un pastore protestante, oltre che essere stato uno dei volti televisivi più influenti della storia americana – il suo Mister Rogers’ Neighborhood, per dire, ha vinto ben quattro Emmy –, sfruttando la potenza del piccolo schermo per educare e sensibilizzare i bambini sui temi più disparati.

Il vero Fred Rogers, scomparso nel 2003 a 75 anni.

Così, utilizzando un paio di sneakers per non far troppo rumore sul set, Rogers registrò dal ’68 al ’00 895 episodi di Mister Roger’s Neighborhood, tutti aperti con la celeberrima sigla Won’t You Be My Neighbor?, e, appunto, indossando il maglione rosso – cucitogli dalla mamma – che oggi vediamo sfoggiare da Tom Hanks. Così, il film, diretto da Marielle Heller, regista della serie Transparent, è incentrato proprio sull’icona americana – qualche esempio?

I Pittsburgh Penguins lo nominarono capitan-celebrity, mentre nel 2002 George W. Bush gli conferì la Medaglia Presidenziale della Libertà e dal 2003 l’asteroide 26858 porta il suo nome. Nello specifico, la storia ruota attorno al rapporto d’amicizia che aveva con Tom Judon – giornalista di Esquire, il quale gli dedicò un articolo nel 1998 – interpretato nel film da Matthew Rhys. Il film, con il titolo provvisorio You Are My Friend, avrà nel cast anche Chris Cooper e Susan Kelechi Watson. L’uscita in sala? Ottobre 2019, per Tristar Pictures. E sì, in tempo per gli Oscar 2020…

Lascia un Commento

Il cavaliere solitario Michael Fassbender e quel western da recuperare: Slow West

Lady Gaga: «A Star is Born? Ha realizzato un mio desiderio: mi ha reso libera e leggera»