in

VIDEO | Ivan Cotroneo: «Tra Stand By Me e Brahms, il ritorno de La Compagnia del Cigno»

I nuovi episodi, il COVID, le riprese e i ragazzi: il regista della serie racconta la seconda stagione

Ivan Cotroneo durante l'intervista via Zoom con Hot Corn.

MILANO – Quella frase di Richard Dreyfuss alla fine di Stand By Me, la decisione di non raccontare il lockdown nei nuovi episodi, la crescita dei ragazzi, il significato profondo dell’amiciza e la magia di un ritorno: Ivan Cotroneo, regista e sceneggiatore de La Compagnia del Cigno, racconta a Andrea Morandi, direttore di Hot Corn, cosa significhi per lui la seconda stagione e quali sono state le ispirazioni per continuare a raccontare gli amici del gruppo del Conservatorio:

  • Qui la nostra intervista a Ivan Cotroneo:

  • Alessio Boni: «Il mio Luca Marioni e il ritorno alla Compagnia del Cigno»

Lascia un Commento

Spaccapietre

Da Gomorra a Spaccapietre, da Napoli alla Puglia | L’altra faccia di Salvatore Esposito

la canzone più triste del mondo

La canzone più triste del mondo | Isabella Rossellini e quel gioiellino da (ri)vedere