in

Bond 25 | E se fosse Phoebe Waller-Bridge a salvare il prossimo film di 007?

Un villain mascherato, Matera, l’autrice del momento e quel video cancellato tempo fa…

bond 25
James Bond ha chiesto aiuto. A chi? Phoebe Waller-Bridge

Quanto mistero intorno al nuovo James Bond. Alla venticinquesima tappa, le conferme sull’agente speciale interpretato ancora una volta – e, probabilmente, per l’ultima – da Daniel Craig sono vaghe. Le certezze? Poche: la data d’uscita del film, confermata per l’8 aprile 2020, e il passaggio di regia da Danny Boyle a Cary Fukunaga. L’altra svolta evidente è nel titolo della pellicola. Se qualche mese fa a trapelare fu il nome Shatterhand, con riferimento al cattivo Ernst Stavro Blofeld del libro Si vive solo due volte, secondo le indiscrezioni di Production Weekly il titolo sarebbe cambiato in Eclipse, proprio in riferimento alla fine della parabola del personaggio di Craig.

bond 25
Il regista Cary Fukunaga con la guida ufficiale di Matera, lo storico Michele Zasa

C’è, però, una conferma italiana per Bond 25. Matera entra ufficialmente tra le location che ospiteranno il film, e non certo per una scena qualsiasi. Nella Capitale della Cultura 2019, infatti, si terrà la sequenza d’apertura della pellicola, che dovrebbe coinvolgere circa cinquecento persone, tra attori e comparse. Un prologo che sembra già richiamare la suggestiva scena di apertura di Spectre, in cui Sam Mendes inseguiva con la macchina da presa l’agente 007 durante i festeggiamenti de il Giorno dei morti a Città del Messico.

Matera dovrà aspettare ancora luglio per vedere arrivare Bond, che al momento sembra impegnato su un set norvegese, in buona compagnia. Le riprese, iniziate il 4 marzo, vedono la Norvegia come uno dei posti chiave nella storia dello 007 in cui, dalle foto, lo aspetta un cattivo mascherato, una sorta di Fantasma dell’Opera di cui è impossibile riconoscere il volto. «Che sia Rami Malek?» Molti si staranno domandando. Impossibile. Nonostante l’accordo con la produzione sia vicino, al premio Oscar spetterebbe un villain di ben più alto valore, di cui l’ufficializzazione potrebbe arrivare a breve.

bond 25
Daniel Craig torna a vestire per l’ultima volta i panni di Bond.

C’è, inoltre, una novità sul versante della stesura del film. Nonostante la sceneggiatura sia stata completata, pare che Phoebe Waller-Bridge, star di Fleabag, ideatrice di Killing Eve e icona rivoluzionaria nel panorama dello spettacolo attuale, potrebbe ricoprire un ruolo attivo negli aggiustamenti di Bond 25. Di chi è la volontà di prendere la Waller-Bridge? Niente di meno che di Bond stesso. È stato infatti Daniel Craig a richiedere l’aiuto dell’attrice e commediografa britannica, per contribuire al film con i dialoghi pungenti che contraddistinguono i suoi show. Una fortissima dichiarazione, quest’ultima, da parte di un’industria che ormai indirizzata sempre di più verso il #MeToo, comprendendone le implicazioni e chiamando a rapporto una delle eroine culturali del movimento.

Insomma, una lunga serie di via vai, tanto nella produzione quanto nel cast. Ad essere stati confermati ufficialmente nel film, oltre a Craig, ci sono Ralph Fiennes, Ben Whishaw, Lea Seydoux e Naomie Harris. E tra le prossime Bond Girl? Dopo la rinuncia di Lupita Nyong’o, le papabili sembrerebbero essere Emma Stone e Dakota Johnson. O, perché no, entrambe. Un casting che sembra non avere fine. Ricordate di quella volta che comparì un video di Mark Strong con l’hashtag #Bond25 e che venne subito cancellato da Instagram? Una cosa è certa, con questo venticinquesimo film non mancheranno le sorprese.

  • Bond 25 | Il titolo, Matera, Fukunaga e quello che sappiamo sul nuovo 007
  • Da Fleabag a Killing Eve: la rivoluzione femminile di Phoebe Waller-Bridge

Lascia un Commento

Io & il cinema | Riccardo Sinigallia: «Corbucci, Kubrick, Haneke e i film del cuore»

HOT CORN Tv | The Mandalorian: Jon Favreau e Pedro Pascal presentano la serie Disney