in

Io & il cinema | Aldo Baglio: «I film del cuore? Scorsese, Il Padrino e Matteo Garrone»

La rubrica di Hot Corn in cui musicisti, scrittori, attori e registi raccontano i loro film preferiti

ROMA – Del trio formato assieme a Giacomo Poretti e Giovanni Storti, Aldo Baglio è di sicuro l’elemento più irriverente e pasticcione. Qualità che si sposano alla perfezione con l’aplomb intellettuale di Giacomo e il cinismo talvolta crudele di Giovanni. Insomma, questo buffo signore dall’accento siciliano è un naturale detonatore di comicità. Abbandonati momentaneamente i suoi compari, Aldo, oggi il protagonista di assoluto Scappo a Casa, diretto da Enrico Lando, dove interpreta Michele, spiantato meccanico che, sui social, si rinventa seduttore e milionario. Le cose cambiano quando, per un viaggio, si reca a Budapest, finendo per smarrie documenti, telefono e identità. Così da essere scambiato per un clandestino. Così, oltre essere protagonista di Scappo a Casa, lo è anche della nostra rubrica Io & il cinema, sottoponendosi volentieri alle domande di Hot Corn sulle sue grandi passioni cinematografiche e i film del cuore. Qualche anticipazione? Vi diciamo solo Martin Scorsese, Francis Ford Coppola e… François Truffaut. Un altro terzetto ben assortito, insomma.

[inserisci trailer=’scappo-a-casa-trailer-ufficiale’ display=’title’]

IL PRIMO FILM CHE TI HA FOLGORATO
«Dico subito Martin Scorsese e Toro Scatenato.Il motivo? Per la rabbia e la determinazione di Robert De Niro, soprattutto. Una storia intensa con un attore e un regista memorabili».

IL FILM CHE RIVEDRESTI ALL’INFINITO
«Un altro titolo importante. E penso, senza dubbio, a Il Padrino: se mi capita di vederlo alla tv, non riesco a cambiare canale, anche se già iniziato. Devo guardarlo tutto, fino alla fine. Soprattutto la Parte Seconda, eccezionale!».

LA COLONNA SONORA PREFERITA
«Tra le tante, non riesco a resistere a quella di Blues Brothers! C’è tutto, dal rock al soul. Aretha Franklin e James Brow, Ray Charles e Otis Redding…».

IL FILM CHE AMI E CHE NESSUNO CONOSCE
«Parlando di cinema, mi è successo di citare Elephant di Gus Van Sant a persone che non lo conoscevano, ma non è certo un film sconosciuto».

IL REGISTA CON CUI VORRESTI LAVORARE
«Italiani, mi piacciono molto Marco Bellocchio e Matteo Garrone. Ma sono felice di vederli al solo cinema… non voglio più lavorare!».

IL FILM CHE CONSIGLIERESTI AI LETTORI DI HOT CORN
«François Truffaut, Antoine Doinel e quel bellissimo bianco e nero. Sì, senza dubbio I 400 Colpi».

Scoprite le altre interviste nella nostra sezione Io & il Cinema

Lascia un Commento

Una domanda: cosa ci fa Bruce Lee nel nuovo film di Quentin Tarantino?

HOT CORN Tv | Il Grinch arriva su CHILI e Chris Meledandri racconta in esclusiva il film