in

Hors du Temps | Olivier Assayas, Vincent Macaigne e i fantasmi del passato

Il lockdown e il materializzarsi dei ricordi tra reale e irreale. In concorso alla Berlinale

Vincent Macaigne al centro della scena di Hors du Temps, un film di Olivier Assayas presentato in concorso alla Berlinale 74
Vincent Macaigne al centro della scena di Hors du Temps, un film di Olivier Assayas presentato in concorso alla Berlinale 74
Preview

ROMA – Aprile 2020. Il regista Etienne e suo fratello Paul, giornalista musicale, trascorrono insieme il lockdown nella loro casa d’infanzia con le loro nuove compagne Morgane e Carole. Ogni stanza, ogni oggetto, ricorda loro la loro infanzia e risveglia i ricordi degli assenti: i loro genitori, i loro vicini… Quanto sono lontani i fratelli gli uni dagli altri e dalle radici che li accomunano? Mentre il mondo intorno a loro diventa sempre più inquietante, un senso di irrealtà – e persino di inquietante stranezza – invade la loro vita quotidiana. Parte da qui Hors du Temps, la prima volta di Olivier Assayas in concorso alla Berlinale.

Vincent Macaigne e Nine d'Urso in una scena del film
Vincent Macaigne e Nine d’Urso in una scena di Hors du Temps

Un’opera, quella di Assayas, che viaggia nei respiri e nei tempi del sottobosco di ognuno, risvegliando ricordi e fantasmi del proprio passato. Nel cast di Hors du Temps il fedelissimo Vincent Macaigne, Micha Lescot, Nine d’Urso, Maud Wyler, Nora Hamzawi, Dominique Reymond e Magdalena Lafont. Prodotto da Curiosa Film insieme a Vortex Sutra, le vendite internazionali del film sono affidate a Playtime e il titolo internazionale sarà Suspended Time.

  • PREVIEW | Cuckoo, Hunter Schafer e un horror da aspettare
  • PREVIEW | The Outrun, Saoirse Ronan e le memorie di Amy Liptrot
  • VIDEO | Qui una clip di Hors du Temps:

 

 

Lascia un Commento

Caligola

Caligola | Malcolm McDowell, Helen Mirren e la maledizione del cult di Tinto Brass

Paolo Tosini

VIDEO | Al Centro Sperimentale di Roma dietro le quinte del Corso di Conservazione