in

VIDEO | Giancarlo Commare: «L’importanza della meraviglia e la strada. Tra Verdone e Tarantino»

Le passioni. La carriera. Le difficoltà. I miti. Il nostro faccia a faccia con Giancarlo Commare

Giancarlo Commare con Andrea Morandi prima della (bella) conversazione.

MILANO – Il premio ricevuto al Monte-Carlo Film Festival de la Comédie. La sua carriera e le scelte fatte. I miti e le commedie del cuore. E poi le risate con Chiedimi se sono felice, Carlo Verdone con Compagni di scuola e quella telefonata da sogno di Quentin Tarantino. Il protagonista del faccia a faccia di Hot Corn questa volta è Giancarlo Commare che, in questo dialogo con Andrea Morandi, parla di presente e passato. «Fino a poco tempo fa ero uno di quelli che pensavano di non meritare le cose, quindi ora mi sto vivendo questo bel momento. Credo sia molto importante continuare a meravigliarsi…», riflette in un bel passaggio dell’intervista.

  • VIDEO | Qui la nostra conversazione con Giancarlo Commare:

Lascia un Commento

Juliet, Naked

Tra Nick Hornby e Ethan Hawke, il rock e i Kinks | Perché riscoprire Juliet, Naked

Io e Lulù | Channing Tatum, un cane e quel film che non dovreste perdere