in

Da Transamerica a 20th Century Women: 5 film per celebrare la Festa della Donna

Dagli amori contrastati all’infanzia fino alla maternità: la nostra guida per celebrare tutte le donne

festa della donna
20th Century Women, uno dei film scelti da Hot Corn per celebrare la Festa della Donna

ROMA – Si continua ancora oggi a parlare di donne e tetti di cristallo da infrangere. Il sintomo che di strada da fare per la parità ce n’è ancora tanta. Una parità che spesso va a ritmi differenti rispetto a zone del mondo in cui la libertà è un’utopia e il riconoscimento del proprio lavoro è qualcosa da ottenere lavorando il triplo degli uomini. Il cinema dal canto suo non ha mai smesso di raccontare le donne e la loro meraviglia sfaccettata. CHILI per la Festa della Donna ha riunito in una vetrina speciale alcuni dei titoli, tra classici e ultime uscite, che raccontano storie femminili capaci di abbracciarne ogni sfumatura. Noi di Hot Corn abbiamo scelto per voi 5 film da vedere in streaming, tra madri sui generis, racconti di formazione e amori contrastati.

TRANSAMERICA – Bree (Felicity Hoffman) è un transessuale. Alla vigilia dell’intervento chirurgico che la ridefinirà sessualmente, scopre di avere un figlio, Toby (Kevin Zegers), nato vent’anni prima dal suo unico rapporto eterosessuale. La psicoterapeuta, che prepara Bree a “passare” alla sua nuova condizione sessuale, la costringe a confrontarsi con il ragazzo e con il passato. In caso contrario le negherà l’autorizzazione legale a procedere con l’operazione. Duncan Tucker dirige una grande Felicity Hoffman – candidata all’Oscar e vincitrice di un Golden Globe – in un road movie in giro per l’America per una storia che parla di rapporti da ricucire e dell’importanza di vivere la vita secondo la propria natura e non quella imposta da una società troppo spesso bigotta e votata al pregiudizio.

festa della donna
Felicity Hoffman e Kevin Zegers in Transamerica, uno dei film scelti per celebrare la Festa della Donna

IDA – Pawel Pawlikowski, prima di Cold War, ci aveva stupiti con un altro film interamente girato in bianco e nero: Ida. La storia di una giovane orfana nella Polonia degli anni Sessanta, interpretata da Agata Trzebuchowska, cresciuta in un convento dove sta per farsi suora. Ma la novizia, prima di lasciarsi il mondo alle spalle, su suggerimento della Madre Superiora deve passare del tempo con la zia Wanda, sconosciuta sorella della madre. Due mondi opposti che, lentamente, finiranno per incontrasi, tra la scoperta di piccoli piaceri quotidiani e gli orrori di un passato con cui fare i conti. Un film dalla bellezza struggente, in cui la maestria registica si sposa con l’emozione di una storia impossibile da dimenticare. La storia di una doppia formazione, spirituale e sessuale

  • Dove vederlo: Ida
Festa della Donna
Una scena di Ida

numero tre20th CENTURY WOMEN – Dopo lo splendido Beginners in cui Mike Mills raccontava il rapporto con il padre e il suo coming out all’indomani della morte della madre, con 20th Century Women il regista rende omaggio alla figura materna con un altro film dai contorni autobiografici. Ambientato a Santa Barbara nel 1979 il film racconta di Jamie (Lucas Jade Zumann), adolescente che vive con la madre Dorothea (una straordinaria Annette Bening), l’inquilina artistoide femminista Abbie (Greta Gerwig) e l’amica Julie (Elle Fanning), di cui è segretamente innamorato. Dorothea chiede alle due ragazze di aiutarla a crescere Jamie per fare di lui un uomo. Si forma così un nucleo familiare allargato con cui Mills racconta la maternità da un altro punto di vista. Semplicemente imperdibile.

festa della donna
Annette Bening è la straordinaria protagonista di 20th Century Women

DISOBEDIENCE – Dopo l’Oscar per Una donna fantastica, storia di una donna trans in lotta per rivendicare se stessa, Sebastián Lelio firma un’altra potente pagina di cinema LGBTQ+ con Disobedience, film ambientato nella comunità ebraica ortodossa della Londra contemporanea. La storia? Quella di Ronit (Rachel Weisz) che, dopo una lunga assenza, torna a casa per i funerali del padre. Qui incontra Esti (Rachel McAdams), amore giovanile ora infelicemente sposata, con cui riaccende una passione proibita. Il racconto di due donne per le quali il destino ha scelto percorsi differenti ma che un sentimento comune riunisce mettendole difronte a una scelta capace di ridisegnare i contorni del loro futuro.

Festa della Donna
Rachel Weisz e Rachel McAdams in Disobedience, uno dei film scelti per celebrare la Festa della Donna

UN SOGNO CHIAMATO FLORIDA – Sean Baker racconta la storia della piccola Moonee (Brooklynn Prince ) e del suo gruppo di amici capaci di trasformare una realtà fatta di fast food, TV spazzatura e miseria in un’avventura grazie alla meravigliosa immaginazione tipica dell’infanzia. Il tutto mentre gli adulti intorno a loro cercano di restare a galla. Il racconto della quotidianità di una bambina di oggi che sarà una donna di domani. Degrado, miseria ma anche tanta poesia e speranza per un piccolo, grande cult del cinema contemporaneo.

Una scena di Un sogno chiamato Florida
  • Volete scoprire altri titoli dedicati alla Festa della Donna? Li trovate su CHILI

Lascia un Commento

Rivedere Racconto d’autunno? Riscoprire la poesia di Éric Rohmer? Sì. Ecco perché

Flee, film rivelazione con tre nomination agli Oscar

Flee | Una clip esclusiva del film (candidato agli Oscar) di Jonas Poher Rasmussen