in

Perché Brad Pitt in versione Anthony Fauci è quello di cui abbiamo bisogno

L’esilarante siparietto si è concluso con un rigraziamento rivolto a chi lotta contro il Covid-19

Brad Pitt
Brad Pitt nei panni di Anthony Fauci

MILANO – Non bastava il Coronavirus. In tempi di grande incertezza, la disinformazione dilaga rendendo ancora più difficile la quarantena: politici sparsi in tutto il mondo si lanciano in proposte, quanto meno fantasiose, per curare il Covid-19. Ci sarebbe da piangere, ma allora tanto vale provare con la medicina opposta e dunque riderci su. Almeno questa è stata l’impressione che abbiamo avuto vedendo il divertente sketch, andato in onda al Saturday Night Live, con protagonista Brad Pitt nei panni del Dottor Anthony Fauci.

Brad Pitt
Brad Pitt con parrucca e occhiali durante la sua imitazione

Per i più distratti, Fauci è un immunologo e virologo, nonché direttore dell’Istituto Nazionale delle Allergie e Malattie Infettive degli Stati Uniti, a capo della task force che affianca (non senza fatica) il presidente Trump nell’emergenza da Coronavirus. Qualche tempo fa, proprio lo stesso Fauci aveva dichiarato in un’intervista alla CNN che gli sarebbe piaciuto se ad impersonarlo al SNL fosse stato uno degli attori più famosi di Hollywood, ovvero, Brad Pitt.

Anthony Fauci
Il vero Anthony Fauci e Donald Trump

Detto fatto. Con parrucca e occhiali, Brad si è prestato al gioco e ha regalato al pubblico un’esilarante imitazione dello scienziato. Nel mirino di Pitt però sono finite, inevitabilmente, le ultime bislacche – per non dire pericolose o folli – affermazioni del presidente, in merito a possibili rimedi contro il Coronavirus, come l’utilizzo dei raggi ultravioletti o l’iniezione di disinfettante nei corpi dei pazienti affetti dal Covid-19. Inutile dire che la proposta che ha fatto inorridire in diretta sia Fauci sia la collega immunologa Deborah Bir, nel frattempo però a New York si è registrato un aumento esponenziale delle vendite di prodotti disinfettanti.

Per questo, Pitt-Fauci ha cercato di fare chiarezza sulle dichiarazioni di Trump, ridicolizzando la loro assurdità. Un esempio? Quando Trump definisce i test «bellissimi», il finto dottor Fauci interviene a gamba tesa: «Se può essere bellissimo avere un batuffolo di cotone che ti arriva fino al cervello!». Oppure alla promessa che «tutti potranno fare il test», Pitt risponde con un laconico: «Quello che intendeva dire è nessuno». Insomma, Brad non si è risparmiato ma l’intento era divertire, ricordando sempre l’importanza di affidarsi a fonti esperte e competenti.

Chris Evans
Chris Evans contro il presidente Trump

Nelle ultime settimane molte altre celebrità – da Chris Evans e Mark Hamill fino a Stephen King e Ricky Gervais – hanno criticato gli atteggiamenti del presidente, sottolineando la sua scarsa sensibilità di fronte alla nazione messa in ginocchio dalla pandemia. Questa volta Pitt è riuscito anche a fare di meglio. Attraverso la satira ha sferrato un duro colpo a Trump, per poi dedicare un sentito ringraziamento agli eroi di questa situazione: il vero Fauci, lodato per la sua calma e la sua chiarezza in questo periodo confuso, e tutto il personale medico impegnato nella lotta al virus. E bravo Brad, era proprio la medicina di cui avevamo bisogno.

  • Da Anne Hathaway al Negroni di Stanley Tucci: le star in quarantena

Qui potete vedere lo sketch di Brad Pitt al Saturday Night Live:

Lascia un Commento

The Salvation

The Salvation | Eva Green, il sapore della vendetta e quel western da rivalutare

Che fine hanno fatto | La meteora di Hayden Christensen, tra Star Wars e Bob Dylan