in

Da Hunger Games a The Boys | Jack Quaid, il figlio d’arte che non teme i supereroi

Protagonista della serie tv di Amazon, l’attore è una delle nuove stelle di Hollywood

MILANO – Ha candidamente ammesso di aver visto per la prima volta Harry, ti presento Sally solo lo scorso anno. E su Instagram c’è sempre qualcuno che gli ricorda di essere “un assassino di bambini”. Ma lui, Jack Quaid, faccia da bravo ragazzo e battuta sempre pronta, non si lascia abbattere. In fondo si tratta di piccoli inconvenienti per la star di The Boys, la serie rivelazione di Amazon. Cose che capitano se tua madre è Meg Ryan, ovvero, la protagonista dell’orgasmo simulato più famoso della storia cinema (papà invece è un’altra star, Dennis Quaid) e se per esigenze di scena devi uccidere la dolce Rue (interpretata da un giovanissima Amandla Stenberg) in Hunger Games. Cose che capitano, si diceva, se sei un figlio d’arte e segui la strada per il successo.

Uno scatto da Instagram

«Ho sempre pensato che per il mio primo film sarei stato il classico migliore amico da commedia romantica. Invece, ho interpretato un assassino di bambini in un futuro distopico. Sìì!» ha svelato ironicamente Jack a USA Today. Un esordio cruento, ma pur sempre un esordio. Da lì gli insulti online, certo, ma anche una discreta fortuna al cinema con Hunger Games: La ragazza di fuoco, Just Before I Go (debutto alla regia cinematografica di Courteney Cox, la Monica di Friends), un ruolo nel drammatico Ithaca – L’attesa di un ritorno diretto e interpretato da mamma Meg fino al blockbuster Rampage – Furia animale e all’heist movie La truffa dei Logan di Steven Soderbergh.

Jack Quaid
Jack Quaid e Karl Urban in una scena di The Boys

E che succede se a soli 24 anni lavori con Martin Scorsese? Anche se il set è quello della sfortunata serie tv Vinyl, fai come Jack: impari più che puoi e poi vai avanti. Seguono alcuni corti, l’esperienza da doppiatore per cartoon e videogames fino alla svolta. Una graphic novel, una piattaforma come Amazon e un gruppo di supereroi fuori controllo. Nasce così The Boys e il personaggio di Hughie, nerd allampanato in cerca di giustizia. Un ruolo che a Quaid calza a pennello, complice anche la perfetta intesa con Karl Urban (il rude Billy Butcher): pare che sul set della seconda stagione della serie, i due attori non si siano risparmiati scherzi imbarazzanti e goliardiche prese in giro, prontamente documentate su Instagram.

Jack Quaid e la sua campagna Lizzy McGroder

Cosa non si fa per spezzare l’attesa tra una scena splatter e l’altra! Tutto mentre l’agenda di Quaid si fa sempre più fitta tra la serie d’animazione per adulti Star Trek: Lower Decks e la rom-com Plus One (quella che ha “costretto” Jack a vedere Harry, ti presento Sally per prepararsi al meglio). Ah per chi fosse interessato, ricordiamo che Quaid ha una ragazza, l’attrice Lizzy McGroder. Non sappiamo però se piaccia a mamma Meg…

  • Qui potete vedere il trailer originale di The Boys

Lascia un Commento

friends

I 25 anni di Friends | Tra social, amici di una vita e Central Perk

Da Le Iene a C’era una volta… a Hollywood | Le foto dal set dei film di Quentin Tarantino