in

TOP CORN: I magnifici 7 da vedere nel weekend su CHILI

Ogni settimana vi consigliamo 7 film da vedere su CHILI. Siete pronti? Ecco qui la nostra guida

Altro fine settimana e un’altra scelta da fare sul divano oppure in viaggio: cosa ci vediamo nel weekend? Andiamo su un action o su una commedia? Risate, animazione o ci scarichiamo un bel giallo? Dilemma continuo e scelta difficile, ma non temete, perché come da abitudine ogni venerdì ci siamo qui noi di Hot Corn a consigliarvi 7 film da vedere, scelti per voi tra i migliaia presenti sulla piattaforma streaming di CHILI. Dopo le prime sette puntate della nostra preziosa guida che potete consultare qui sotto, ecco cosa vi abbiamo preparato.

SERPICO di Sidney Lumet (1973) – Tra le riprese dei due capitoli de Il Padrino, quando Al Pacino – con Robert De Niro – stava rivoluzionando Hollywood, Sidney Lumet lo chiamò per la storia vera del poliziotto onesto Frank Serpico. Qualcuno potrebbe pensare che quarantacinque anni dopo Serpico risulti oggi un film datato, invece è un’opera di una potenza etica sconvolgente e Pacino, berretto in testa e barba incolta, raggiunge qui uno dei suoi apici. Poco citato, vi rimarrà addosso per giorni, esattamente come la colonna sonora di Mikis Theodorakis vi rimarrà nelle orecchie. Cult assoluto.

Dove vederlo: Serpico

SPONGEBOB – FUORI DALL’ACQUA di Paul Tibbitt (2015) – Come di consueto, il secondo titolo di TopCorn è dedicato ai più piccoli: dopo avervi raccontato Fievel sbarca in AmericaLe avventure di Fiocco di NeveLego Friends: Girlz 4 Life  Un mostro a Parigi Tom & Jerry – The Fast And The Furry questa volta è il turno del sequel di SpongeBob. Non importa abbiate visto il primo, perché questo secondo è un film autoconclusivo bizzarro e geniale, che piacerà non solo ai bambini ma anche ai genitori. Citazioni su citazioni, follie animate e tanta simpatia. Godibile.

Dove vederlo: SpongeBob – Fuori dall’acqua

CHEF – LA RICETTA PERFETTA di Jon Favreau (2014) – Cosa succede se il regista di Iron Man decide di dirigere e interpretare un film di cucina e per un cameo chiama pure Tony Stark alias Robert Downey Jr? Succede che arriva Chef, simpatica commedia senza troppe pretese che racconta la parabola dello chef Carl Casper (lo stesso Favreau), che perde il lavoro in un prestigioso ristorante di Los Angeles per aver rifiutato di compromettere la propria libertà creativa. Finirà a Miami, insieme alla ex moglie, un amico e i figli, per aprire un chiosco ambulante. Colonna sonora tutta latina che mescola Pete Rodriguez, salsa e cover reggae. Gustoso come un taco.

Dove vederlo: Chef – La ricetta perfetta

IL TASSINARO di Alberto Sordi (1983) – Alla regia Alberto Sordi non sempre ha centrato i suoi film, anzi, molto spesso è stato anche il suo peggior regista, ma rivedete oggi Il tassinaro se volete ritornare in una Roma d’altri tempi caotica e casinara, tra Giulio Andreotti e Fellini, romanisti e raccomandazioni, tutti a bordo di una Ritmo. Nostalgia anni Ottanta, sceneggiatura firmata Age & Scarpelli e musiche di Piero Piccioni per un personaggio, il tassista Pietro Marchetti dello stesso Sordi, bonario e maldestro: «Capire che cia’ dentro quel capoccione Fellini, mannaggia..». Oggi impensabile un film così.

Dove vederlo: Il tassinaro

LO STRANIERO DELLA VALLE OSCURA di Andreas Prochaska (2014) Un western tedesco? Sembra impossibile, invece è così. Prendete l’Alan Ladd de Il cavaliere della valle oscura, aggiungete Clint Eastwood de Il cavaliere pallido e vi ritroverete con il Sam Riley di questo anomalo e affascinante inedito: in una remota valle di montagna, sul finire del XIX secolo, arriva uno sconosciuto di nome Greider, che chiede di essere ospitato per i mesi invernali. Gli abitanti del villaggio gli trovano ospitalità nella casa di una vedova che vive con la figlia in procinto di sposarsi. Ma c’è un segreto. E c’è anche Paula Beer, la rivelazione di Frantz. Da riscoprire.

Dove vederlo: Lo straniero della valle oscura

UNA DONNA IN CARRIERA di Mike Nichols (1988) – Ricordate? La settimana scorsa vi avevamo raccontato St. Elmo’s Fire e poco prima Alibi seducente, gioielli anni Ottanta dimenticati. Questa volta ecco il triangolo diretto da Mike Nichols, praticamente una lezione di sceneggiatura (di Kevin Wade). Cast perfetto, Melanie Griffith in stato di grazia, Harrison Ford fascinoso quanto basta e una Sigourney Weaver à la Il Diavolo veste Prada. Funziona tutto, e il risultato è un cult che sta a metà tra Cenerentola e Wall Street. «Se vuoi essere presa sul serio, devi pettinarti in modo serio». Grandi anche i comprimari, da Joan Cusack a Alec Baldwin.

Dove vederlo: Una donna in carriera

CERTAIN WOMEN di Kelly Reichardt (2016) – Il solito dilemma: decine di film prodotti e presentati ai festival che poi spariscono nel nulla. Ecco un caso eclatante: una regista interessante, Kelly Reichardt, un cast che unisce tre talenti come Kristen Stewart, Michelle Williams e Laura Dern eppure nessuna distribuzione. Se avete amato Big Little Lies, provate a vederlo: le vite di quattro donne, alla ricerca della propria strada, si intrecciano sullo sfondo del Montana tra problemi e speranze. Un’avvocato alle prese con il sessismo sul lavoro, una madre delusa dalla vita matrimoniale e una studentessa di legge. Potente e necessario in epoca di #MeToo.

Dove vederlo: Certain Women

Le altre puntate della nostra Guida TV:

Hot Corn Guide #1I magnifici 7 di CHILI, da Black Rain a Alberto Sordi.

Hot Corn Guide #2: I magnifici 7 di CHILI, da Prima dell’alba Carlo Verdone.

Hot Corn Guide #3: I magnifici 7 di CHILI, da La terrazza a Il grande Lebowski.

Hot Corn Guide #4I magnifici 7 di CHILI, da Ben Affleck a La caccia

Hot Corn Guide #5: I magnifici 7 di CHILI, da Enemy a Marilyn Monroe.

Hot Corn Guide #6: I magnifici 7 di CHILI, da Messi a Ugo Tognazzi.

Hot Corn Guide #7: I magnifici 7 di CHILI, da Nicole Kidman a Love & Mercy.

Hot Corn Guide #8: I magnifici 7 di CHILI, da Kate Winslet a St Elmo’s Fire.

Lascia un Commento

Dawson’s Creek: Gli attori di nuovo insieme a 20 anni dalla serie

James Bond 25: 10 cose da sapere sul nuovo film di 007