in

Molestie sessuali, silenzi e abusi: Marco Tullio Giordana e l’attualità di Nome di donna

Cristiana Capotondi e la difficile sfida di una donna che rifiuta di subire. Al cinema dall’8 marzo

Tra il caso Weinstein, l’hashtag #MeToo, campagne stampa e denunce pubbliche con tanto di polemiche tra femministe, arriva in sala l’8 marzo Nome di donna, un film italiano che sembra davvero un instant movie, un’opera di inquietante attualità firmata da Marco Tullio Giordana che – a sei anni da Romanzo di una strage e a tre dal televisivo Lea – questa volta firma una storia di molestie sul luogo di lavoro e silenzi complici da parte di tutti. Insomma, un’opera decisamente scottante che cerca di mostrare il sottile filo che separa l’abuso di potere dalla molestia sessuale, mostrando anche quanto sia difficile denunciare.

Cristiana Capotondi e le colleghe in una scena di Nome di donna.

Ma cosa vedremo? La storia di Nina (Cristiana Capotondi), che si trasferisce da Milano in un piccolo paese della Lombardia, dove trova lavoro in una residenza per anziani facoltosi. Un mondo elegante, apparentemente senza problemi, che invece però nasconde un segreto scomodo e torbido. Quando Nina lo scoprirà, sarà costretta a misurarsi con le colleghe per affrontare il gelido dirigente della struttura, Marco Maria Torri (Valerio Binasco), in quella che diventerà una lunga e faticosa battaglia per far valere la sua dignità.

Marco Tullio GIordana sul set del film durante le riprese.

«Questo film parla delle molestie sul luogo di lavoro, tema balzato di recente agli onori della cronaca ma per anni nascosto sotto il tappeto», ha spiegato Giordana, «Non è un film di denuncia, perché l’ultima cosa al mondo che mi importa è fare il moralista. Il film indaga più che sul fatto, sulle conseguenze che ne derivano, sui cerchi che si allargano fino a lambire sponde molto lontane. Una di queste è l’ostilità che avvolge la vittima, l’insinuazione che se la sia cercata, la solitudine in cui si trova. Nome di donna racconta l’omertà, la compiacenza e il coraggio di una giovane donna».

Ecco il primo trailer del film, che sarà in sala dall’8 marzo con Videa:

Lascia un Commento

Che attori bestiali: da Rin Tin Tin a Beethoven, i 10 cani più famosi della storia del cinema

Scandal e Le Regole del Delitto Perfetto: Rilasciato il promo del crossover