in

Margareth Madè: «Il mio western alla siciliana, tra brigantesse, fucili e sorellanza»

L’attrice racconta Il mio corpo vi seppellirà, l’importanza dei ruoli femminili e un personaggio unico

Tra Django e Kill Bill: Margareth Madè in una scena de Il mio corpo vi seppellirà.

MILANO – Ha iniziato la carriera diretta da Giuseppe Tornatore in Baarìa e, a dodici anni da quell’esperienza, Margareth Madè torna ora a recitare nella sua terra e in dialetto siciliano ne Il mio corpo vi seppellirà – ora in streaming su CHILI – originale western alla siciliana firmato da Giovanni La Pàrola e prodotto da marchi di qualità come Ascent e Cinemaundici. L’attrice interpreta Lucia, una delle Drude, le brigantesse motore di una storia ambientata nel 1860 nel Regno delle Due Sicilie. Un racconto insolito e affascinante di brigantaggio e vendetta dove centrale non è solo il periodo storico – che riporta alla luce un pezzo dimenticato di storia del Sud –, ma anche la forte componente femminile. «E mi è piaciuto tanto farlo. A livello attoriale, averne di film così e personaggi così da costruire…», ci confida al telefono Margareth.

margareth madè
Margareth Madè: il suo vero nome è Margareth Tamara Maccarrone.

IO & LUCIA – «Da dove partiamo? Da Lucia, sì, il mio personaggio, una donna forte, orgogliosa e anche un po’ cattiva. Tutte le Drude sono abbastanza cattive, ognuna rivendica in qualche modo il proprio passato. Lucia è una donna decisa, agguerrita e determinata, con una propria dignità. La preparazione del personaggio è stata molto impegnativa perché Lucia è bravissima con il fucile, quindi ho dovuto studiare come tenevano e utilizzavano i fucili gli uomini. Poi Lucia ha un occhio solo, quindi avevo anche la vista ridotta. Tra l’altro, ero incinta quando ho fatto il provino, perciò mentre cercavo di costruire il personaggio avevo anche il pancione! Un’esperienza davvero unica».

Il West alla siciliana: una scena de Il mio corpo vi seppellirà.

IO & IL FILM – «Dopo Baarìa, che fu la mia prima esperienza in siciliano, ritrovarmi su un set in costume con il mio dialetto è stato bellissimo. Sul set poi si è creato un rapporto molto bello con le altre attrici coinvolte, Rita Abela, Miriam Dalmazio, Antonia Truppo, una vera e propria sorellanza, come la definivamo anche durante il film. Sono donne che si sostengono a vicenda e lottano, ed è bella e molto attuale questa unione al femminile. Parliamo del 1860, un periodo che viene studiato, ma non approfondito. Tra l’altro ci sono state figure femminili molto importanti e famose, come quella di Maria Oliverio detta Ciccilla, che è realmente esistita».

Margareth Madè in una scena de Il mio corpo vi seppellirà.

RUOLI FEMMINILI – «Sì, è arrivato il momento e mi auguro che ci siano più ruoli femminili in futuro, perché ne abbiamo bisogno. Ci sono talmente tante storie al femminile da poter raccontare che non dovrebbe essere difficile. Grazie a film come Il mio corpo vi seppellirà abbiamo modo di dare spazio alla donna e cambiare anche e e finalmente – gli stereotipi. E poi qui dentro c’è molta verità: per raccontare questi personaggi inevitabilmente devi sporcarti, devi respirare e toccare con mano la terra perché altrimenti non riesci a dar loro vita, sarebbe solo una messa in scena. Dal punto di vista attoriale è il massimo girare film come questo. Spero di farne tanti altri».

margareth madè
Una scena di Eva contro Eva (1950)

FILM & ISPIRAZIONI – «La mia attrice preferita? Ci sono tante interpreti straordinarie, ma non ne ho una in particolare a cui mi ispiro. Osservare e studio, ma poi ogni attrice è diversa dall’altra. Per dire: la mia Lucia è stata affidata a me, ma se fosse stata affidata a un’altra attrice sarebbe stata una Lucia totalmente diversa. Posso rubare e sognare, e poi farlo in base al personaggio che devo interpretare. Film recenti in tutta onestà, avendo avuto due bambine, non ne ho visti molti. Fra i classici sicuramente però dico Viale del Tramonto e Eva contro Eva, altro film femminile molto interessante e che consiglio, per rimanere in tema…».

  • Volete vedere Il mio corpo vi seppellirà? Lo trovate su CHILI
  • Qui il trailer de Il mio corpo vi seppellirà:

Lascia un Commento

Diritto di cronaca

Paul Newman e quel giornalismo che non si ferma mai. La modernità di Diritto di cronaca

Laura Pausini: «La mia nomination agli Oscar? Devo tutto al mio babbo. E a Sophia Loren»