in

La strana coppia | Il lungo viaggio di Tom & Jerry, dagli anni Quaranta allo streaming

In occasione dell’uscita del nuovo film in streaming, ecco la storia di una coppia leggendaria

Tom & Jerry
Ottant'anni insieme: Tom & Jerry.

ROMA – Quando, alla fine degli anni Trenta, la MGM decise di affidare a William Hanna e Joseph Barbera la realizzazione di una serie di cortometraggi animati, in molti non erano convinti della scelta di un gatto e di un topo come protagonisti. Una coppia considerata banale, scontata, già vista. Eppure quando Jasper e Jinx – questi i nomi scelti all’inizio per i due – debuttarono nei cinema americani il 10 febbraio 1940, il successo arrivò tempestivo. Merito anche di una nomination agli Oscar l’anno successivo – in totale ne collezionarono 13, vincendo 7 statuette – che convinse lo Studio hollywoodiano a puntare su quella coppia di eterni nemici. Nasce così il mito di Tom & Jerry, grazie anche all’intuizione dell’animatore John Carr che vinse 50 dollari per aver suggerito quei nomi in un concorso istituito da Hanna & Barbera all’interno alla MGM.

Tom & Jerry in uno dei corti del 1940

114 corti realizzati nel corso di diciassette anni prima che, nel 1957, Hanna e Barbera abbandonarono la Metro Goldwyn Mayer mettendosi in proprio creando la celebre ditta che porta il loro nome. Il destino di Tom & Jerry sembrava segnato eppure la MGM, nel 1960, decide di rilanciare il duo sul mercato europeo commissionando a Gene Deitch tredici cortometraggi. Il cambio di mano si fece notare e si portò dietro più di una critica. Ma Deitch difese il suo operato, sottolineando quanto lo stile americano e quello ceco fossero distanti e confidando la sua profonda antipatia per il duo considerato troppo violento.

Mammy Due Scarpe ne Il gatto del sabato sera, unico episodio in cui si vede il suo volto

Un’accusa che si andava ad aggiungere a quella di diffondere stereotipi razziali offensivi – su tutti il personaggio di Mammy Due Scarpe e l’uso ripetuto del blackface – e sollecitare l’uso del fumo tra i giovanissimi tanto che molti episodi subirono tagli per la censura. Prima di Willy il Coyote & Beep Beep o di Grattachecca & Fichetto c’erano Tom & Jerry con la loro comicità fisica, slapstick e, per certi versi, scorretta. Addirittura, per anni, girò una leggenda metropolitana che voleva il duo suicida in un episodio, Blues per un gatto triste, datato 6 novembre 1956. Episodio per decenni rimasto nascosto prima di spuntare improvvisamente su YouTube (lo trovate qui) e attestare che quella leggenda era, invece, realtà.

Tom & Jerry
Un’immagine del nuovo live action

Oggi quell’idea ritenuta fiacca ottant’anni fa continua a macinare consensi e fan in tutto il mondo al punto che, dopo una serie di film usciti direttamente in VHS o in digitale, Tim Story (reduce da Shaft) ha riportato sul grande schermo i due nemici per la pelle in Tom & Jerry, live action disponibile dal 18 marzo su CHILI (dove troverete anche una sezione interamente dedicata ai più piccoli, Il mio primo CHILI). Nel film la rivalità tra i due si riaccende quando Jerry si trasferisce nel miglior hotel di New York alla vigilia del “matrimonio del secolo”, costringendo il disperato organizzatore dell’evento ad assumere Tom per sbarazzarsi di lui. Ma questa nuova avventura, tra immancabili azzuffate e disastri vari, li vedrà fare squadra contro una minaccia comune. L’inizio di un nuovo capitolo per la coppia di nemici più celebre del cinema…

  • Volete vedere Tom & Jerry? Lo trovate su CHILI
  • Volete scoprire Il Mio Primo CHILI? Lo trovate qui
  • Volete scoprire Hot Corn Kids? La trovate qui

Qui potete vedere il trailer di Tom & Jerry:

Lascia un Commento

The Rider e il cavaliere solitario di Chloé Zhao. Molto prima di Nomadland

Novecento

Novecento, Bernardo Bertolucci e il racconto di mezzo secolo della storia d’Italia