in

L’Euforia di Valeria Golino: dopo Miele, ritorna a Cannes con un nuovo film

Anche il secondo film della regista sarà a Un Certain Regard. Nel cast Scamarcio, Mastandrea e Trinca

Come visto durante la conferenza stampa, la 71esima edizione del Festival di Cannes si tingerà di tricolore, nonostante le assenze (pesanti) di Paolo Sorrentino e Stefano Sollima. Così, non solo nella sezione ufficiale in concorso avremo Dogman di Matteo Garrone e Lazzaro felice di Alice Rohrwacher, ma a Un Certain Regard ci sarà anche il secondo film da regista di Valeria GolinoEuforia, nuova opera prodotta da HT Film e Indigo Film assieme a Rai Cinema, che non ha ancora una data d’uscita precisa, ma verrà presentato sulla Croisette a metà maggio.

Riccardo Scamarcio e Valerio Mastandrea in una scena del film.

«Euforia è nato nella mia mente tre anni fa, ispirato da eventi che stavano succedendo nella vita vera, a persone a me care», ha spiegato la Golino, che torna a dirigere dopo il debutto avvenuto nel 2013 con Miele, con Jasmine Trinca. «Sono felice di tornare al Festival di Cannes con il mio secondo film a Un Certain Regard, sezione a me cara, che mi aveva già accolto con il mio primo film». Nel cast, Riccardo Scamarcio, Valerio Mastandrea, Isabella Ferrari, Valentina Cervi e proprio Jasmine Trinca, gruppo di interpreti che la regista ha definito «attori intelligenti, consapevoli e generosi, che hanno saputo esaltare i personaggi della storia». Sceneggiatura firmata da Francesca Marciano, Golino e Valia Santella, con la collaborazione di uno scrittore come Walter Siti.

Valeria Golino durante le riprese di Euforia.

Ma di cosa parlerà Euforia? Tratterà del giovane imprenditore Matteo, interpretato da Scamarcio, un uomo affascinante e di successo che incarna tutto il contrario del fratello Ettore, interpretato da Mastandrea, ancora rinchiuso nella cittadina in cui è nato dove insegna alle scuole medie. Due mondi lontani che si ritroveranno per un difficile caso incredibilmente vicini, un momento di scoperta l’uno dell’altro che li travolgerà con affetto, paura e quel pizzico di euforia.

Lascia un Commento

Dalla Giamaica al ghiaccio: perché Cool Runnings è molto meglio di quanto ricordiate

Harry Potter: oltre alla mostra a Milano, arriva anche il videogioco