in

Drusilla Foer: «Sempre più bello, la poesia di Virzì e quel film di Guadagnino da rivedere…»

Il film di Claudio Norza, i vecchi film americani e il cinema come tempio: l’attrice si racconta a Hot Corn

Drusilla Foer
Drusilla Foer

ROMA – «A volte è molto più costruttivo ammettere le nostre fragilità lealmente che lottare contro di loro. Devono diventare un po’ delle nostre amiche perché la nostra forza non va da nessuna parte se non è a braccetto con la fragilità. Il mio personaggio è un po’ duro, un po’ inaridito dalla vita e le sue esperienze che sono rispettabili come le esperienze di ognuno». Drusilla Foer racconta a Hot Corn l’esperienza sul set di Sempre più bello, ultimo film della trilogia di Sul più bello presentato come Proiezione Speciale ad Alice nella Città che vedremo in sala nel 2022. L’occasione anche di parlare del cinema che l’ha formata, del desiderio di lavorare con Paolo Virzì – «Cosa amo del suo cinema? La poesia. Virzì ha una poesia struggente e una vitalità che sono delle caratteristiche in cui mi riconosco» – e di un film di Guadagnino da recuperare…

La video intervista a Drusilla Foer è a cura di Manuela Santacatterina:

Lascia un Commento

John Wayne e la decadenza del western classico: Un dollaro d’onore

VIDEO | Matteo Martari: «Il mito Ayrton Senna, Renato Pozzetto e il mio dottore di Cuori»