in

Prima del #MeToo | Bombshell, Fox News e la storia vera dietro al film

Chi era Roger Ailer? E chi interpretano Charlize Theron, Nicole Kidman e Margot Robbie?

bombshell

MILANO – Bombshell. Una notizia esplosiva. Ma anche l’epiteto sessista con cui riferirsi ad una donna attraente. Un doppio significato che ben sintetizza il cuore del film diretto da Jay Roach (lo trovate su CHILI). Il regista ricostruisce gli avvenimenti che hanno portato al licenziamento, nel 2016, di Roger Ailes, all’epoca Presidente e CEO di Fox News e Fox Television, accusato di molestie sessuali da diverse dipendenti. «È una decisione difficile, da uomo, lanciarsi nella produzione di un film sull’emancipazione femminile», ha dichiarato Roach all’Hollywood Reporter, «Ricordo di aver detto a Charlize (Theron, ndr) che mi chiedevo se non l’avesse dovuto dirigere una donna».

Bombshell
Charlize Theron, Nicole Kidman e Margot Robbie in una scena di Bombshell

Ma per la Theron, nella doppia veste di produttrice ed interprete, Jay Roach era la scelta giusta per raccontare la storia di tre donne – scritta dal Premio Oscar Charles Randolph – decise a denunciare le molestie subite per anni sul posto di lavoro. Un luogo conosciuto da milioni di americani: gli studi di Fox News. L’attrice, infatti, interpreta Megyn Kelly, giornalista e conduttrice di punta del canale fondato nel 1996 da Rupert Murdoch. Ad affiancarla Nicole Kidman nei panni di Gretchen Carlson, l’ex Miss America diventata conduttrice televisiva, e Margot Robbie in quelli di Kayla Pospisil, personaggio di finzione che racchiude tutte le altre donne che si fecero avanti contro Ailes, interpretato in Bombshell da John Lithgow.

Megyn Kelly e Donald Trump
Megyn Kelly e Donald Trump

Una storia che parte dal dibattito televisivo tra la Kelly e l’allora candidato alla presidenza Donald Trump – il cui consigliere alla campagna elettorale era, guarda caso, proprio Ailes -, quando la giornalista chiese al tycoon newyorchese una dichiarazione circa dei commenti misogeni fatti nei confronti di alcune donne. Una richiesta che spinse l’imprenditore a scrivere un tweet al vetriolo contro la Kelly, scatenando, inoltre, l’ira del suo capo e degli spettatori. Ma Bombshell racconta anche dell’ingiusto licenziamento subito dalla Carlson dopo aver rifiutato le avances sessuali di Roger Ailes che già le aveva tagliato lo stipendio e diminuito gli interventi televisivi per punire il suo atteggiamento poco accomodante.

Bombshell
Margot Robbie, John Lithgow e Jay Roach sul set di Bombshell

Gretchen Carlson decide così di fare causa al magante televisivo per molestie sessuali dando inizio a quella bufera mediatica e giudiziaria che avrebbe portato al suo licenziamento. Dimissioni consegnate – e 40 milioni di dollari di payout intascati – solo dopo goffi tentativi suoi e di Fox News di negare le accuse della conduttrice, della Kelly e di oltre altre venti donne che avevano trovato il coraggio di farsi avanti. «Bombshell è un thriller politico, ma non si tratta tanto di politica», ha dichiarato Margot Robbie a Deadline, «In definitiva parla di persone che si uniscono per abbattere un uomo molto potente che abusa di quel potere. E questa è una cosa molto soddisfacente da guardare. Penso sia un film importante per gli uomini».

Roger Ailes
Roger Ailes

Va anche sottolineato come Roger Ailes, morto nel 2017 e che prima di approdare alla Fox era stato consulente per i media per Richard Nixon, Ronald Regan e George W. Bush, non era nuovo ad accuse di harassment. Nel 2014 The Loudest Voice in the Room, biografia scritta da Gabriel Sherman, denunciava già il comportamento del CEO di Fox con tanto di testimonianze di donne che confidavano delle molestie subite. Libro servito da ispirazione per The Loudest Voice, miniserie con protagonista Russell Crowe. Inoltre, quello ricostruito in Bombshell è uno scandalo che ha anticipato di un anno il terremoto causato dal caso Harvey Weinstein.

Jay Roach
Charlize Theron e Jay Roach sul set di Bombshell

Un episodio circondato da clamore, certo, ma che non ha portato alle conseguenze globali scaturite dalle denunce contro l’ex produttore d’oro di Hollywood. «Penso che la gente dimentichi che Time’s up e #MeToo non erano ancora nati quando tutto è successo. Questo aumenta la posta in gioco perché quando Gretchen Carlson è andata da un avvocato e si è fatta avanti, non c’era ancora supporto», ha dichiarato Charlize Theron a Deadline, «Non nacque alcun movimento ed era completamente sola. È qualcosa per cui nessuna donna vuole essere definita, in particolare una donna ambiziosa che vuole essere conosciuta per il suo lavoro. Tutte le donne coinvolte hanno dovuto affrontarlo. È stato incredibilmente coraggioso. Oggi è ancora difficile, ma è bello vedere che non sei solo».

  • Volete vedere Bombshell? Lo trovate su CHILI
  • VIDEO | A Los Angels con il cast alla première di Bombshell
  • VIDEO | Sul set di Bombshell con le protagoniste
  • Russell Crowe e la storia vera di Roger Ailes | Cos’è The Loudest Voice?

Qui potete vedere il trailer di Bombshell:

Lascia un Commento

Da 5 Bloods - Come Fratelli

Da 5 Bloods | Spike Lee, il Vietnam (di oggi) e la potenza del suo cinema politico

il mio primo chili

Una serata di cinema sul divano con tutta la famiglia? Ecco Il Mio Primo CHILI