in

HOT CORN Radio | Da Sam Cooke a Fabrice Lecomte: la colonna sonora di Sylvie’s Love

Jazz, soul, rhythm’n’blues, rock’n’roll. La storia d’amore dei protagonisti raccontata dalla musica

Sylvie’s Love

ROMA – Jazz, soul, rhythm’n’blues, rock’n’roll. La colonna sonora di Sylvie’s Love (qui la nostra recensione) è di quelle destinate a diventare un piccolo cult. Meglio ancora se ascoltata in vinile. Come quelli del negozio di dischi di Harlem, Mr. Jay’s Records, dove Robert (Nnamdi Asomugha), sassofonista jazz in cerca di lavoro, incontra e si innamora di Sylvie (Tessa Thompson, anche produttrice), figlia del proprietario con il sogno di lavorare in tv come produttrice. Eugene Ashe racconta la loro storia d’amore nella New York di fine anni Cinquanta puntellandola di brani, tra hit del periodo – da You Send Me di Sam Cooke a Do You Love Me dei The Contours – e la partitura originale firmata da Fabrice Lecomte. Una colonna sonora capace di ricreare le atmosfere del cinema classico hollywoodiano grazie all’uso di archi e piano (First Kiss), giocare con le citazioni musicali (The Lucy Wolper Show) e le sonorità jazz (B.-Loved).

  • OPINIONI | Sylvie’s Love: Tessa Thompson, New York e l’amore al ritmo di jazz

Qui potete ascoltare la colonna sonora del film:

Lascia un Commento

Da Dead Man alle fake news | Perché continuiamo ad amare Johnny Depp

Mad Max: Fury Road

Mad Max: Fury Road, Furiosa e l’odissea punk di George Miller