in

VIDEO | Samuel Theis: «Softie, il mio film sul mondo visto con gli occhi di un bambino»

Il regista racconta la genesi che ha portato alla nascita del film presento in Concorso ad Alice nella Città

Samuel Theis
Samuel Theis intervistato da Hot Corn

ROMA – «Per me questo film ha rappresentato quasi un sequel rispetto al mio esordio del 2014, Party Girl, dove mi focalizzavo molto sul personaggio della mamma, interpretata proprio da mia madre, che rappresentava il mondo familiare dal punto di vista dell’adulto. Qui, invece, volevo focalizzarmi sui rapporti familiari ma dal punto di vista di un bambino. Si tratta di un film che nasce da una storia personale. Anche io a 10 anni volevo uscire dalla mia famiglia e dal contesto in cui abitavo». Samuel Theis racconta a Hot Corn la genesi di Softie, il film presento in Concorso ad Alice nella Città. La storia? Quella di Johnny (Aliocha Reinert), dieci anni, che tenta di affrontare sia la sua crescente sessualità che le difficoltà dei rapporti con il mondo adulto.

  • RomaFF16: il nostro speciale sulla Festa del Cinema 

La video intervista a Samuel Theis è a cura di Manuela Santacatterina:

Lascia un Commento

Aurora Giovinazzo, Isabella Mottinelli e Luca Maria Vannuccini raccontano Anni da Cane

Anni da Cane | Intervista ad Aurora Giovinazzo, Isabella Mottinelli, Luca Maria Vannuccini

the kids are all right

The Kids Are All Right | Ma cosa rimane oggi di quel film di Lisa Cholodenko?