in

La scoperta | James Franco, Natalie Portman e le pagine di Bastardi insensibili

Letteratura e cinema, divi e sconosciuti, tra Jimmy Kimmel e Kate Mara: ecco perché riscoprirlo

James Franco nel corto A Walk in Winter.

MILANO – Pensate a Trust, e poi ad American Crime e Horror Story, Room 104, Feud: non c’è dubbio, negli ultimi anni le serie antologiche si sono moltiplicate, complice un positivo riscontro di pubblico e critica cresciuto titolo dopo titolo. Discorso diverso, invece, per il cinema che – al contrario – raramente si addentra in questo modello produttivo. Ma, sempre in bilico tra follia e genialità, qualche anno fa ci aveva pensato James Franco a rispolverare il sottogenere. Come? Con The Heyday of the Insensitive Bastards – che oggi trovate in streaming qui su CHILI con il titolo Bastardi insensibili – che altro non è che un particolare film antologico basato sull’omonimo libro di racconti firmato da Robert Boswell nel 2009, suddiviso in sette cortometraggi.

Natalie Portman in una scena di Lacunae, quinto corto di Bastardi Insensibili.

Era il 2016 e il progetto si rivelò essere da subito l’ideale per Franco, ormai attore, regista, produttore ma anche scrittore e professore universitario tanto che, in più occasioni, ha proprio legato la passione per la letteratura con le sue prove dietro la macchina da presa (As I Lay Dying, Child of God, The Sound of the Fury, In Dubious Battle). E proprio dalla collaborazione con gli studenti della UCLA Graduate Film Course, dove Franco insegnò nel 2013, prende vita Bastardi Insensibili. «Tutti abbiamo bisogno di lasciare delle impronte, un pezzetto di noi ovunque» recita la voce fuori campo che accompagna e lega – insieme a vecchi filmini casalinghi girati in Super 8 – i diversi racconti, segnati da un cast stratosferico.

Kristen Wiig in una scena del corto Miss Famous.

Storie di padri e figli, amori interrotti, lutti, aspirazioni, bugie adolescenziali, rifiuti e imprevisti grotteschi. A rendere ancora più interessante l’operazione, la presenza nel film di un cast corale capeggiato, neanche a dirlo, dallo stesso Franco, ma attenzione perché ci sono anche Natalie Portman, Abigail Spencer, Matthew Modine, Kate Mara, Amber Tamblyn, Kristen Wiig e addirittura Jimmy Kimmel, e sono solo alcuni dei molti volti che compaiono, anche solo per una manciata di battute, nei vari corti realizzati da esordienti alle prese con il debutto ideale per qualsiasi aspirante regista. Frammenti di vita rubati, spiati e inseguiti. Anche perché: «Per meglio comprendere, bisogna riempire con il proprio passo l’impronta altrui…». Affascinante.

  • Ecco una clip di Bastardi insensibili, mentre il film lo trovate qui.

Lascia un Commento

Finalmente domenica!

Fanny Ardant e l’ultimo atto di François Truffaut | Perché riscoprire Finalmente domenica!

Checco Zalone, la lunga attesa e il segreto di Tolo Tolo: Paolo Virzì