in

Michael Sheen e David Tennant nella nuova serie di Neil Gaiman: Good Omens

Apocalisse, ironia, Jon Hamm e molto altro. Abbiamo già la serie più attesa del 2019?

David Tennant e Michael Sheen in Good Omens.

Quando ti trasformano in cartoon ed entri a far parte di una puntata de I Simpson vuol dire che sei davvero diventato un fenomeno di massa. A Neil Gaiman è accaduto due volte. La prima, in cui interpretava e doppiava se stesso in The Book Job, la seconda, come voce di Palla di Neve (rimasto muto fin a quel momento…), nella parodia del suo libro Coraline, da cui nel 2009 venne anche tratto il film d’animazione Coraline e la porta magica. Gaiman continua a essere protagonista della scena, a scrivere, a pubblicare fumetti (è appena uscito Only the End of the World Again) e a ispirare Hollywood.

Neil Gaiman sul set di Good Omens con il regista Douglas Mackinnon

Ad aprile uscirà un film tratto da un suo racconto, di cui è anche co-produttore, La ragazza del Punk innamorato, con un cast che include Nicole Kidman e Elle Fanning, per la regia di John Cameron Mitchell. Sul fronte televisivo, Gaiman sta invece lavorando alla produzione di una serie tratta dal bestseller Good Omens  in Italia edito da Mondadori con il titolo Buona Apocalisse a tutti! – scritto nel 1990 con Terry Pratchett. Si tratterà di una mini serie di sei episodi prodotta da BBC Two e Amazon. Secondo un modello di distribuzione classico, la serie andrà in onda prima in pay, su Amazon Prime Video, e in free su BBC Two. Alla stesura della sceneggiatura ha partecipato solo Gaiman. Terry Pratchett, infatti è scomparso a 66 anni, nel 2015, lasciando un’imponente eredità di oltre settanta libri.

Una delle prime scene di Good Omens, postata sul profilo Instagram della serie.

La storia di Good Omens, famosa per i riferimenti e le citazioni tra colto e pop, racconta dell’imminente arrivo dell’Apocalisse. Peccato che, proprio coloro che dovrebbero attendere e anzi lavorare al compimento del grande avvenimento, si ribellino. Aziraphale e Crowley sono un angelo e un diavolo che amano la loro vita sulla Terra, e, quindi, si coalizzano per fare in modo che l’Apocalisse, ormai imminente, non accada. Basterà semplicemente trovare e uccidere l’Anticristo, se solo non scoprissero che trattasi di un delizioso ragazzino, probabilmente scambiato alla nascita da una delle suore sataniste dell’ordine delle Chiacchierone.

Jon Hamm nella prima immagine ufficiale di Good Omens.

I nomi dei protagonisti sono già stati rivelati: Michael Sheen sarà Aziraphale e David Tennant (con il quale Gaiman aveva lavorato in Doctor Who) sarà Crowley. Inoltre ci sarà Jon Hamm di Mad Men, mentre Nina Sosanya sarà Suor Maria Loquace dell’ordine delle Chiacchierone, Jack Whitehall e Michael McKean vestiranno i panni dei cacciatori di Streghe Newton Pulsifer e Shadwell, e Miranda Richardson sarà l’occultista dedita anche a cose più terrene. C’è, inevitabilmente, grande attesa per la serie e Gaiman ha dichiarato di essere preoccupato ed eccitato quanto i suoi fan. Non resta quindi che attendere, visto che Good Omens è attesa su Amazon Prime nel 2019.

Lascia un Commento

E adesso non chiamateli più cinecomics. La svolta politica di Black Panther

HOT CORN TV: Giacometti visto da Stanley Tucci