in

VIDEO | Zerocalcare: «Strappare lungo i bordi? Nella serie c’è tanto del mio sentire…»

Le aspettative (degli altri), la musica, gli errori di percorso, la regia: il fumettista racconta la serie Netflix

Zerocalcare
Zerocalcare intervistato da Hot Corn

ROMA – «Ho il terrore che alla gente che l’ha aspettata per un sacco di tempo non piaccia. Mi devasta abbastanza questa cosa. Ma le due cose che mi rassicurano un po’ sono che: da una parte gli potrà non piacere ma non penso possano trovarla qualcosa che non viene da me. Della mia voce e del mio sentire c’è tanto, non penso ci possano trovare un tradimento. E poi Netflix ha un miliardo di altra roba! Se non ti piace ti guardi un’altra cosa!». Zerocalcare racconta a Hot Corn Strappare lungo i bordi, la serie d’animazione presentata alla Festa del Cinema di Roma scritta e diretta dal fumettista sulla piattaforma dal 17 novembre. Prodotta da Movimenti Production in collaborazione con BAO Publishing, Strappare lungo i bordi (qui la recensione), composta da 6 episodi, è ambientata nel noto universo narrativo dell’autore che doppia ogni personaggio. Eccezione fatta per l’armadillo, che ha la voce di Valerio Mastandrea.

La video intervista a Zerocalcare è a cura di Manuela Santacatterina:

Lascia un Commento

Perché Les Parapluies de Cherbourg è il più grande (e triste) musical di tutti i tempi

Annette

Annette | Adam Driver, Marion Cotillard e l’altra faccia di Hollywood secondo Léos Carax