in

VIDEO | Thomasin McKenzie, William Oldroyd e il viaggio di Eileen

La genesi, la costruzione del personaggio, Anne Hathaway. Il nostro incontro con il regista e l’attrice

Thomasin McKenzie e William Oldroyd in un momento della nostra intervista per parlare di Eileen, al cinema dal 30 maggio con Lucky Red e Universal Pictures
Thomasin McKenzie e William Oldroyd in un momento della nostra intervista per parlare di Eileen, al cinema dal 30 maggio con Lucky Red e Universal Pictures

ROMA – Nella Boston degli anni Sessanta la giovane Eileen (Thomasin McKenzie) conduce una vita monotona lavorando come segretaria in un riformatorio minorile e prendendosi cura di Jim, il padre alcolista (Shea Whigham). Le cose cambiano con l’arrivo di Rebecca (Anne Hathaway), la nuova psicologa del carcere. Brillante e disinvolta, Rebecca esercita un fascino magnetico su Eileen, che rimane attratta dalla sua eleganza. La loro amicizia prende però una piega pericolosa quando Rebecca le rivela un segreto. Eileen di William Oldroyd con al centro della scena Thomasin McKenzie il cui personaggio dà il titolo al racconto. La nostra Livia Tripiciano l’ha incontrata assieme al regista per parlare della genesi, del personaggio, del rapporto con Anne Hathaway. Dal 30 maggio al cinema con Lucky Red e Universal Pictures.

 

 

 

 

Lascia un Commento

Diritto di cronaca

Paul Newman e quel giornalismo che non si ferma mai. La modernità di Diritto di cronaca

Eric

Benedict Cumberbatch: «Eric, il set con Abi Morgan e la New York degli anni Ottanta»