in

Sergio Pablos: «Klaus? La mia favola di Natale, omaggio alla tradizione dell’animazione»

Il regista spagnolo presenta a Giffoni le immagini del primo cartone animato di Natale targato Netflix

Sergio Pablos
Il regista Sergio Pablos durante il photocall al Giffoni Film Festival

GIFFONI – L’euforia della prima volta, di un debutto importante: nell’arte come nell’amore, si respira nell’aria un’elettricità diversa. Lo sa bene il regista spagnolo Sergio Pablos, autore di un cult come Cattivissimo me, che da cinque anni lavora senza sosta per consegnare in tempo per Natale il primo cartone animato targato Netflix (mentre è già al lavoro su un nuovo progetto). Ne anticipa alcune immagini al Festival di Giffoni, ripercorrendo le tappe di un percorso lungo ma decisamente elettrizzante. Nato come animatore e sceneggiatore, si prepara al grande salto con un progetto finalmente tutto suo, Klaus: un inedito dietro le quinte della leggenda di Babbo Natale.

Sergio Pablos
Sergio Pablos parla alla platea del Giffoni Film Festival

In questa versione l’omone barbuto vive isolato nei boschi a costruire giocattoli, fino a quando la sua quiete viene interrotta da Jesper, il nuovo arrivato in paese. È un giovane postino appena trasferitosi per inaugurare l’ufficio postale. Peccato però che rischi già la chiusura: nessuno scrive o legge più lettere. Per rimediare – e salvare il posto di lavoro – decide di far scrivere ai più piccoli delle missive per il giocattolaio in modo da ricevere in cambio dei regali. Prodotto interamente in Spagna, vanta nella versione originale un cast di voci d’eccezione: Jason Schwartzman (Jesper), J.K. Simmons (Klaus), Rashida Jones (Alva), Joan Cusack (Mrs. Krum), Norm Macdonald (Mogens) e Will Sasso (Mr. Ellingboe).

Sergio Pablos
Un’immagine tratta da Klaus di Sergio Pablos

IL CUORE DELLA STORIA «Qual è stata la sfida maggiore? Seguire – per la prima volta in assoluto nella mia carriera – un progetto dall’inizio alla fine. Il cuore di un progetto resta sempre la storia, la struttura portante della casa. E se poi è indirizzato ai bambini il rischio noia è dietro l’angolo. Per arrivare a quello che davvero conta ho iniziato un processo di eliminazione per arrivare piano piano a quello che interessa davvero».

Sergio Pablos
Sergio Pablos presenta Klaus al Giffoni Film Festival

IL NATALE DI NETFLIX «Strano a credersi ma è stata la mia ultima spiaggia, l’ultima speranza che avessi dopo aver presentato il progetto a tutti… e dico proprio a tutti. Nessuno l’ha preso e non capivo perché all’inizio. Mi dicevo: “Tutti amano i film di Natale, possibile che non interessi?”. Poi ho trovato la risposta: nessuno vuole competere con Walt Disney durante le feste, come se fossero una specie di territorio tutto loro. Ecco come il periodo più forte dell’anno si è trasformato in un boomerang e ha iniziato a diventare un campo minato».

Sergio Pablos
Jesper, il protagonista di Klaus

UN PROGETTO UNICO «Klaus ha un tono e una personalità diversa, si vede a prima vista che è differente. Mi sono molto impegnato a creare una narrazione che fosse visivamente accattivante, senza ricorrere ad alcuna tecnica moderna. Ogni fotogramma è disegnato o dipinto, a mano o al PC, con animazione classica. Al tempo stesso vuole rendere omaggio alla tradizione e mantenerla viva, quindi ha molto da dire».

Sergio Pablos
Sergio Pablos mostra i bozzetti di Klaus alla platea del Giffoni Film Festival

I PERSONAGGI «Sono tridimensionali, pieni di sfumature e anche contraddizioni. E non parlo solo dei protagonisti, il postino senza lettere e il giocattolaio isolato. C’è anche un’insegnante ormai disincantata nel suo lavoro che usa l’aula delle lezioni per farci una pescheria. Inizialmente è disturbata dall’idea di “perdere tempo” a insegnare a bambini che non hanno voglia di imparare. Ma quando sono loro a chiederle aiuto per imparare a scrivere inizia a cambiare e ritrova la fiamma di un tempo».

  • Qui potete vedere un video sull’animazione dei personaggi di Klaus

Lascia un Commento

COOL STUFF | La statua in scala 1:1 di Yoda di Star Wars

HOT CORN Guide | Shazam!, Braven e Mel Gibson: 5 film da vedere nel weekend