in

Rocketman | Taron Egerton e quel musical su Elton John travestito da biopic

Dalla Royal Academy of Music al Dodger Stadium: una vita eccezionale per un grande film

rocketman

ROMA – «Sono stato in sala per circa 15 minuti prima di iniziare a piangere. Non una lacrima che scende silenziosamente lungo la guancia: singhiozzavo davvero, in quel modo rumoroso che fa voltare le persone a guardarti con espressioni allarmate. Stavo guardando la mia famiglia nella vecchia casa popolare di mia nonna in Pinner Hill Road alla fine degli anni Cinquanta, cantare I Want Love, una canzone che Bernie Taupin e io avevamo scritto nel 2001. Sapevo che era nel film, ma non sapevo come l’avrebbero usata. Fino a quel momento, avevo mantenuto una discreta distanza dal processo effettivo di realizzazione di un film sulla mia vita». È lo stesso Elton John sulle pagine del Guardian a ricordare la prima reazione nel vedere Rocketman, il musical sulla sua vita diretto da Dexter Fletcher nel 2019.

  • PODCAST | Non solo Rocketman: tutte le volte di Elton John al cinema
Rocketman
Taron Egerton sul set di Rocketman

Una produzione secondo molti nata sulla spinta dell’incredibile successo ottenuto da Bohemian Rhapsody ma su cui il cantante ha fantasticato per oltre dieci anni. Per interpretare il baronetto si era addirittura parlato di Justin Timberlake o Tom Hardy – peccato quest’ultimo non sappia cantare, e se recuperate London Road ve ne renderete conto da soli! – ma, alla fine, la scelta è caduta su Taron Egerton che in Rocketman interpreta ogni brano del musical diretto da Fletcher (e in più di un’occasione ha duettato con lo stesso Elton John). «Quando ho visto Taron, non stavo guardando lui, stavo guardando me», ricorda il cantante su IndieWire, «E quando ne ascoltavo la voce, stavo ascoltando me, ma non ero io. Tutto era straordinario».

  • HOT CORN TV | Rocketman: il duetto di Elton John e Taron Egerton 
rocketman
Elton John e Taron Egerton a Cannes dove il film venne presentato Fuori Concorso

Il film si apre nel 1983, all’apice del successo professionale di Elton John contrapposto a un privato fatto di solitudine, alcolismo e dipendenze. In un immaginario incontro a un centro di riabilitazione, la star si lascia andare e racconta la sua storia. Da qui Rocketman inizia a intrecciare realtà e immaginazione. La stessa che ha nutrito l’infanzia del piccolo Reginald Dwight cresciuto in una casa popolare di Londra con la nonna e la madre mentre un padre assente e anaffettivo alimenterà quel disperato bisogno di attenzioni e accettazione che rincorrerà tutta la vita. «Tutti credono sia un biopic, ma non è così», ha raccontato Taron Egerton a Collider, «È un musical fantasy in cui le sue canzoni sono usate per esprimere importanti passaggi e momenti emotivi della sua vita».

  • ESCLUSIVO | Sul set di Rocketman con Taron Egerton e Richard Madden
A un metro dal cielo. L’esibizione a sospesa nell’aria di Crocodile Rock

E sono tantissimi i momenti musicali di Rocketman, dal piccolo Reginald che sogna di condurre un’orchestra nella sua stanza all’esibizione sospesa nell’aria di Crocodile Rock al Troubadour di Los Angeles. Paillettes, occhiali oversize, costumi sfarzosi: c’è tutto il mondo stravagante ed eccessivo di Elton John in Rocketman ma Dexter Fletcher si sofferma anche a raccontare del bambino, prodigio al piano e con un dono musicale unico, che dalla Royal Academy of Music passerà a esibirsi in un Dodger Stadium gremito di pubblico diventando una delle più grandi icone della musica mondiale.

  • OPINIONI | Perché Rocketman è un trionfo di musica, cinema ed emozioni
Uno dei momenti musicali del film

Episodi di una vita – in cui non mancano la fatica dell’accettazione della propria omosessualità, i tentativi di suicidio, la relazione burrascosa con il manager John Reid o il matrimonio lampo con Renate Blauel – che il regista condensa giocando con la linea temporale e quelle canzoni scritte dal cantante insieme all’amico di sempre Bernie Taupin (Jamie Bell), figura centrale nella vita professionale e privata di John. Da Your Song, con la melodia scritta al piano in una manciata di minuti, a I’m Still Standing, Rocketman ripercorre la parabola di una vita vissuta al massimo, tra eccessi e meraviglia, dolore e redenzione. Molto più di un biopic in cui elencare una lista di avvenimenti lineari. Un musical colorato, emozionate, visionario con cui rimettere insieme i pezzi di un puzzle chiamato vita.

  • Volete vedere Rocketman? Lo trovate su CHILI
  • PODCAST | Non solo Rocketman: tutte le volte di Elton John al cinema
  • SOUNDTRACK | Rocketman e quel brano inedito di Elton John
  • ESCLUSIVO | Sul set di Rocketman con Taron Egerton e Richard Madden
  • HOT CORN TV | Rocketman: il duetto di Elton John e Taron Egerton 
  • OPINIONI | Perché Rocketman è un trionfo di musica, cinema ed emozioni

Qui potete vedere Taron Egerton interpretare Tiny Dancer:

 

 

Lascia un Commento

il talento del calabrone

Il talento del calabrone | Tempo di un Black Mirror all’italiana? Ancora no…

The Captive

The Captive | Ryan Reynolds, una tragedia e la storia vera che ha ispirato il film