in

Dampyr, Dylan Dog e l’universo italiano: arrivano i fumetti cult del Bonelli Cinematic Universe

L’evoluzione dei comics italiani, finalmente pronti ad avere un universo cinematografico e televisivo

Freshly Popped

MILANO – Ma chi ha detto che il fumetto italiano non è adatto per il grande schermo? Prendete per esempio Dylan Dog, uno dei characters della nostra tradizione che più hanno influenzato il cinema horror e continuano a farlo, nonostante il personaggio non abbia avuto (ancora) una versione definitiva e ufficiale per il cinema visto che Dylan Dog: Il Film del 2010, interpretato da Brandon Routh, c’entrava davvero poco con il personaggio di Sclavi e Villa, e la Bonelli, nonostante avesse ceduto i diritti anni prima, ha sempre preso le distanze da quel prodotto.

Tutta la squadra dei personaggi Bonelli.

Ma oltre a Dylan Dog, tra gli altri personaggi iconici c’è anche Tex che, tra gli Anni ’60 e ’70, per volere dello stesso Gianluigi Bonelli doveva avere addirittura il volto di Charlton Heston. Occasione sfumata, ma spunto interessante, poi nel 1985 arrivò Giuliano Gemma con Tex e il signore degli abissi che non andò benissimo. Rimane il fatto che oggi – con una generazione cresciuta con il Marvel Cinematic Universe addosso da dieci anni – un titolo del fumetto italiano sul botteghino potrebbe davvero avere un effetto importante, magari mescolando effetto nostalgia e nuovi lettori.

Il logo ufficiale del live action di Dampyr, previsto per il 23 gennaio 2020.

Tra gli altri personaggi c’è anche Diabolik, il fumetto italiano più venduto in edicola. E non è un caso che il film sul personaggio creato da Angela Giussani (ma qualcuno ricorderà anche la versione del ’68, girata da Mario Bava, con John Phillip Law nei panni di Diabolik e musica di Ennio Morricone, flop in Italia ma film lodato da Cahiers du Cinéma) sia ora in fase di scrittura, con regia affidata ai Manetti e produzione della Mompracem con Rai Cinema in associazione con l’editore Astorina. In sala? Entro fine del 2019 o inizio 2020. E, proprio nel gennaio 2020, uscirà un’altra trasposizione cinematografica molto attesa: Damypr, creato da Mauro Boselli e Maurizio Colombo per Bonelli.

Il dampyr Harlan Draka, creato da Mauro Boselli e Maurizio Colombo per Bonelli.

Personaggio relativamente giovane, classe 2000, Harlan Draka, cacciatore di vampiri e legato proprio alla stirpe dei dampyr, per fisionomia è ispirato al Lenny Nero alias Ralph Fiennes di Strange Days, con le sue avventure che spaziano dal thriller al gotico fino al noir, chiuso dentro tavole che vanno spesso a toccare altissime citazioni musicali in chiave horror: dai Lynyrd Skynyrd a Bernard Hermann, da Goran Bregovic ai Creedence Clearwater Revival, senza dimenticare il grande Robert Johnson, bluesman addirittura protagonista nel racconto Nato nella Palude.

Un dettaglio del volume I Maestri della Notte, che include il racconto Nato nella Palude.

I dettagli del film, con produzione firmata Sergio Bonelli Editore, Brandon Box e Eagle Pictures, sono rigorosamente top secret, si sa che la produzione partirà in primavera. Quel che è certo, invece, è che la versione live action di Harlan Draka sarà il primo tassello di un universo espanso in stile Marvel. Assieme a Dampyr, infatti, la Bonelli è al lavoro su una serie televisiva in inglese su Dylan Dog. «Siamo molto lieti di lavorare alla trasposizione di uno dei nostri personaggi a fumetti più longevi e di successo», ha spiegato Michele Masiero, direttore editoriale di Sergio Bonelli Editore, «Dampyr è il primo film dell’Universo Bonelli, che siamo orgogliosi di co-produrre con due straordinarie aziende».

Harlan Draka ”ospite” di Dylan Dog.

Ma tra le novità, con tanto di comunicato tra Milano e Burbank, la Bonelli ha stretto anche una partnership epocale con DC Comics e RW Edizioni. Il primo tassello, con uscita prevista nel corso del 2019, sarà un fumetto in cui Zagor e Flash condivideranno le stesse pagine. Inutile dire che il pensiero di noi lettori va subito ad un possibile scontro tra Dylan Dog e Joker (!). Ma, se l’idea di fare incontrare due mondi del genere è ambiziosa, ancor più affascinante l’idea di creare, sfruttando l’Era dei cinecomics, un mondo filmico in cui Dylan Dog, Harlan e, chissà, Tex, vivano dentro un Bonelli Cinematic Universe. Insomma, sembra proprio che Batman e Iron Man, almeno al botteghino, avranno un altro agguerrito concorrente.

Lascia un Commento

Killers of the Flower Moon: Scorsese e DiCaprio raccontano il volto oscuro dell’America

Dalla sala al telecomando: Captain Marvel su Disney+ cambia le regole del gioco