in

Cinema e Coronavirus: fermi 007, Ethan Hunt e Carlo Verdone | Il podcast di Hot Corn

Il virus e le restrizioni ad esso legate stanno avendo grandi ripercussioni sull’industria cinematografica

Coronavirus

ROMA – Non basta la paura per un fenomeno comprensibilmente difficile da gestire come quello del Coronavirus. Ci si mettono anche paranoia e qualche preoccupazione di troppo, come previsto da Contagion di Steven Soderbergh nel 2011. Di sicuro però il virus e le restrizioni ad esso legate stanno avendo grandi ripercussioni sull’industria cinematografica. In Cina i cinema sono chiusi e sono state cancellate le uscite di numerosi film, prima fra tutte quella di No Time To Die, ultimo capitolo di 007. Ferme a Venezia le riprese di Mission: Impossible 7. Rinviate, in Italia, le date di uscita di pellicole attese come Si vive una volta sola di Carlo Verdone e Volevo nascondermi di Giorgio Diritti. Cosa succederà ora? Ne parliamo nel nostro nuovo podcast.

  • Contagion, il Coronavirus e quella volta che Soderbergh predisse (quasi) tutto
  • Ascolta i podcast di Hot Corn anche su Spreaker

Podcast a cura di Francesca Fiorentino

Lascia un Commento

Tra Dylan e Apocalypse Now | Il mito di Jim Marshall, fotografo dietro le quinte del rock

Books

Da David Lynch ai luoghi cult del cinema di Tarantino | Cinque libri da non perdere