in

Proposta Indecente | I bollenti Anni Novanta, un triangolo e il vestito di Demi Moore

Hot Zone? La nuova rubrica sui titoli più bollenti del cinema. E oggi parliamo del film di Adrian Lyne

Gli Anni Novanta? Caldissimi. Infatti, cinematograficamente parlando, l’ultima decade del Novecento ha segnato sul grande schermo una vera e propria ondata di sensualità, con intrecci amorosi, scene hot e titoli alquanto discussi per aver mostrato tutto e più di tutto. Come nel caso di Proposta Indecente, titolo uscito nel 1993 che fece da apripista di quel filone a tinte eros che avrebbero reso alquanto complicata la scelta di quale film noleggiare in videoteca.

Demi Moore e Woody Harrelson

Diretto da uno dei massimi registi del genere, Adrian Lyne – lo stesso che mise nello stesso letto Michael Douglas e Glenn Close in Attrazione Fatale del 1987 -, è basato sull’omonimo romanzo di Jack Engelhard ed interpretato da un triangolo bollente: Demi Moore, Woody Harrelson e Robert Redford. La storia? Stringata ma talmente efficace che, al botteghino, fece sì che il film incassò oltre 260 milioni di dollari, a fronte di un budget di appena 38. Sceneggiato da Amy Holden Jone, racconta la vicenda di una giovane coppia – Moore e Harrelson – che, sul lastrico, vola a Las Vegas per tentare la fortuna.

Demi Moore e Robert Redford in Proposta Indecente

Qui incontrano un affascinante miliardario (Redford) che propone loro un accordo: una notte con la donna in cambio di un milione di dollari. Conseguenze impreviste e distruttive portano la coppia – che ha accettato – alla deriva, facendo sì che la proposta indecente sia invece il punto più basso da cui risalire, verso una nuova prospettiva di vita. Chiaro che il film di Lyne, appena arrivò in sala, fece discutere. La donna vista come oggetto – anzi, come vera e propria merce di scambio – un certo buonismo finale a graffiare le tinte thriller e, naturalmente, le scene sensuali protagoniste.

L’abito di Demi Moore

Pensare che, nella parte di Demi Moore e Woody Harrelson, inizialmente si era pensato a Nicole Kidman e Tom Cruise – erano moglie e marito, all’epoca – nonché a Warren Beatty nella parte andata poi ad un impeccabile Robert Redford (del resto…) che cita, addirittura, Orson Welles e Quarto Potere, raccontando di quella donna conosciuta sotto la metro di New York. Non solo, perché Proposta Indecente, oltre creare un nuovo sillogismo entrato nel vocabolario popolare, ha influenzato anche il mondo della moda, dato che l’abito nero indossato da Demi Moore – e disegnato da Thierry Mugler – ancora oggi è citato e ripreso da diversi stilisti e indossato da nomi come Cardi B e Kim Kardashian.

Volete rivedere il film di Adrian Lyne? Lo trovate su CHILI: Proposta Indecente

E su Rossoporpora, per ogni capo acquistato che riporta sulla confezione il bollo legato alla promozione, subito in regalo un buono per vedere i film su CHILI. Scopri di più.

Lascia un Commento

Dagli speciali alle scene eliminate | Ecco gli extra della versione digital di Endgame

Scopri Hot Corn Weekly, il nostro magazine digitale | Qui l’ottavo numero