in

Dal cinema d’autore a Underwater | Se Kristen Stewart finisce in fondo all’oceano

Dopo Jean Seberg, per l’attrice ecco l’ennesima mutazione: biondo platino in un thriller mozzafiato

Kristen Stewart in un'immagine di Underwater. In sala il 10 gennaio 2020.

PARIGI – «Imprévisible». Non cercate altri aggettivi, perché quello che, ormai da anni, più si addice a Kristen Stewart è proprio imprévisible, imprevedibile, inafferrabile, difficile da catalogare o capire. L’aspettiamo alla Mostra nei panni di Jean Seberg (ve l’abbiamo raccontata qui), mito americano che tanto amava la Francia, l’abbiamo vista con gli Interpol nel video di If You Really Love Nothing (una meraviglia filtrata in rosso, qui), poi arriverà dentro un blockbuster come Charlie’s Angels (molti dubbi a riguardo) ed ecco che ora spunta a fianco di un altro compare francese, Vincent Cassel, in uno strano thriller ambientato in fondo all’oceano: Underwater. Data d’uscita? 10 gennaio 2020.

Kristen Stewart in una scena di Underwater con Vincent Cassel, Jessica Henwick e T.J. Miller.

Ma cos’è esattamente Underwater? Diretto da uno sconosciuto di talento, William Eubank, e scritto da Brian Duffield, è una sorta di disaster movie claustrofobico molto lontano dalle prove d’autore della Stewart degli ultimi anni. Insomma, dimenticate Assayas e le raffinate visioni di Sils Maria e Personal Shopper, ma anche il potente Lizzie oppure gli esperimenti di Equals (da recuperare, comunque). Qui è puro entertainment, con l’attrice chiusa in un laboratorio in fondo all’oceano assieme a Cassel, T.J.Miller e Jessica Trono di Spade Henwick.

Il look di Kristen Stewart in Underwater.

Il trailer incuriosisce, soprattutto per il look sfoggiato dall’attrice: capelli cortissimi, biondo platino, occhiali tondi e fisico scolpito. Il laboratorio dove la sua Norah lavora viene scosso da un violento terremoto (o così pare, ma…) e i quattro dovranno uscire e affrontare l’oceano. Insomma: Gravity sott’acqua. Oltre il film, rimane però lei, che a dieci anni da Twilight continua in un percorso senza dubbio affascinante proprio perché non offre riferimenti: quando pensate di sapere dove andrà, Kristen si fa trovare altrove. «Ah, ce caractère imprévisible, je pense, est extraordinaire». Rimani sempre così, KS.

  • Qui il trailer di Underwater:

Lascia un Commento

Io & il cinema | Anna Ferzetti: «L’attimo fuggente e Grease, amori che non dimentico»

Angry Birds 2 | Divertimento, avventura e quella strana amicizia