in

Io & il cinema: Vegas Jones

La rubrica di Hot Corn in cui musicisti, scrittori, attori e registi raccontano i loro film preferiti

Think pink: Matteo Privitera in arte Vegas Jones.

Nuova puntata di Io & il cinema, il nostro modo per parlare di cinema facendolo raccontare da musicisti, attori, registi e addetti ai lavori che svelano a Hot Corn passioni e film del cuore. Questa volta alle nostre domande risponde Matteo Privitera in arte Vegas Jones, lanciatissimo rapper milanese che nel nome già contiene un omaggio al cinema e più precisamente al personaggio di Vincent Vega, alias John Travolta, in Pulp Fiction. Il cantante ha già raggiunto un milione di streaming su Spotify e dopo la pubblicazione del suo album, Bellaria: Gran Turismo, trainato dal singolo Malibu (e da un video decisamente cinematografico) il 17 febbraio terrà un concerto evento al Fabrique di Milano. Eccolo qui alle prese con il questionario di Hot Corn.

Spade laser e effetto rosso: Vegas Jones versione Star Wars.

IL PRIMO FILM CHE TI HA FOLGORATO «Dico 2 Fast 2 Furious, della serie di Fast and Furious. Ho visto prima il secondo film, che a mio parere è il più figo. Mi è piaciuto tanto, avevo dieci o undici quando l’ho visto per la prima volta. Mi sono sempre piaciute le macchine e il film descrive il sogno americano, almeno per come lo immagino io. Non è il primo film che ho visto, ma è sicuramente quello che, a distanza di tempo, mi viene in mente. Ci sono molto affezionato. Ho comperato pochissimi film in Dvd ma 2 Fast 2 Furious è tra questi».

LA TUA COLONNA SONORA PREFERITA «Django Unchained di Tarantino. È un capolavoro e ho comprato anche il disco. È curata da Ennio Morricone che è un numero uno. La colonna sonora per me è perfetta al 100%. Inoltre contiene anche un pezzo rap che si chiama Black Coffins di Rick Ross che parte in un momento epico del film. Ricordo che ho visto Django Unchained tre volte al cinema quando è uscito, perché Tarantino il mio regista preferito. Mi ricordo che quando partivano i brani, nella mia compagnia si alzavano tutti per applaudire, ah ah ah…».

IL FILM CHE AMI MA CHE NESSUNO CONOSCE «Il film che amo e nessuno conosce, vediamo: in realtà è una serie tratta da un film, Shooter con Mark Wahlberg. La serie invece ha per protagonista Ryan Philippe. Mi piace molto l’attaccamento che il protagonista ha per la sua famiglia, la necessità di difenderla a tutti i costi e la caccia all’uomo».

LA SCENA CHE MI COMMUOVE OGNI VOLTA CHE LA VEDO «Quando Samuel L. Jackson nei panni di Jules Winnfield recita il versetto della Bibbia in Pulp Fiction. Quella scena per me è incredibile, è un momento da brividi ogni volta che lo guardo».

IL REGISTA CON CUI VORRESTI COLLABORARE «Ovviamente Quentin Tarantino, perché è pazzo e a me sono sempre piaciute le persone così, con idee strane, geniali e folli! Nei suoi film c’è sempre una fotografia incredibile, le pellicole sono tutte diverse una dall’altra e mi sono piaciute tutte: contengono molti riferimenti ad argomenti che mi interessano. Un’altra cosa che mi piace di Tarantino sono i dialoghi: discussioni su cose che non c’entrano nulla con la storia e su cui i personaggi si perdono per diversi minuti, nonostante accanto a loro stiano morendo tutti. Mi piacerebbe conoscere Tarantino e capire cos’ha nel cervello: è un genio, sono un suo fan».

IL FILM CHE CONSIGLIERESTI AI LETTORI DI HOT CORN «Per far capire soprattutto cosa faccio io che sono un rapper e com’è inseguire un sogno qui risponderei Get Rich or Die Tryin’ che è la storia di 50 Cent, oppure Notorious, il film su Notorious B.I.G. Molto settoriale, ma può far capire alle persone da dove posso aver preso ispirazione: inseguire un sogno, fare ciò che più ci piace, realizzare un sogno abbandonando la strada cattiva per quella buona. Le droghe, la prostituzione, la violenza: sono film che descrivono bene cos’è un rapper all’inizio e cosa può accadere dopo. Anche se siamo in Italia certe cose le sento vicine, ma il mio film è appena iniziato (ah ah). Anche le cose brutte fanno parte del bagaglio personale di ognuno di noi. Servono a crescere e a capire cosa ha veramente importanza…».

Qui gli altri protagonisti di Io & il Cinema

Lascia un Commento

West Side Story: Steven Spielberg ha trovato la sua Maria

Ghostbusters III: il teaser trailer del sequel diretto da Jason Reitman