in

Amore, inganni e misteri | Dietro le quinte della storia di Strange But True

Una storia d’amore, un lutto e una fine: dal romanzo di John Searles un insolito thriller sentimentale

Lo scrittore di Strange but True, John Searles, con Nick Robinson e Margaret Qualley.

ROMA – Ma Strange But True è una storia vera? Se ve lo state chiedendo, la risposta è no. Anche se, il film diretto da Rowan Athale, non è una sceneggiatura originale, ma è l’adattamento diretto dell’omonimo libro di John Searles uscito nel 2004 (oggi in una nuova edizione pubblicato da Dea Planeta), che raccontava, appunto, della strana storia di Melissa (interpretata da Margaret Qualley) e Ronnie (Connor Jessup) che, dopo una notte romantica, hanno un grave incidente in cui il ragazzo perde la vita. Cinque anni dopo però, Melissa va a trovare la famiglia di Ronnie, rivelando loro che è incita di lui. Strano, ma vero, appunto.

Nick Robinson con il regista Rowan Athale sul set di Strange But True.

La rivelazione scatenerà una serie di eventi inaspettati, arrivando poi ad un finale del tutto inaspettato. E no, non vogliamo assolutamente rovinarvi la sorpresa ma, come lo stesso Athale ha raccontato: «Seguiamo le vicende legate a questa famiglia, che prima pensa che quelle affermazioni siano bugie, e poi cerca di districare il mistero, sperando che possano essere vere». Nel cast, anche il lanciatissimo Nick Robinson e due veterani come Greg Kinnear e Brian Cox.

Lo scrittore del libro, John Searles, con Margaret Qualley.

Infatti, Strange but True, oltre che un dramma, un film sull’elaborazione di un lutto, è anche un thriller dai risvolti esplosivi, facendo porre allo spettatore continue domande: com’è possibile che Melissa sia incita di Ronnie dopo cinque anni? Perché solo ora va a trovare la famiglia del ragazzo scomparso? «Ho deciso di girare il film con lo stesso livello di sfumature e complessità del libro», aggiunge il regista, «e, da regista europeo, di arricchire una favolosa storia di caratteristiche americane che mi hanno ispirato fin da quando ero un adolescente. Strange But True è un film di passione e ambizione».

Greg Kinnear e Amy Ryan.

Allora, se cercate una spiegazione alla storia, la da – in parte, chiaramente – sempre Athale: «Quando ho iniziato a cercare il modo di portare Strange But True sullo schermo, pensavo che la sceneggiatura di Eric Garcia fosse un mistery thriller. Ma più mi addentravo nella storia, più capivo che era una splendida analisi sul devastante potere della perdita e il potere ancora maggiore della negazione. Per me era una storia guidata dalle complesse, e a volte sconcertanti, macchinazioni interiori dei protagonisti».

  • Qui il trailer di Strange But True:

Lascia un Commento

HOT CORN Guide | Da Aladdin a Il Traditore: 5 film da vedere in streaming

Guillaume Canet: «Delusioni, sogni, padri e figli: ecco i miei amici dieci anni dopo»